Indeterminatezza del tasso, il contratto è comunque salvo

La nullità della fideiussione nel giudizio di opposizione a decreto ingiuntivo

La quaestio iuris concernente la nullità della fideiussione per violazione della normativa anti-trust, L.n. 287/1990, è ormai un tema ricorrente di cui la giurisprudenza si sta occupando sempre più spesso.

La Corte d’Appello di Venezia, con sentenza n. 499 del 3 marzo 2021, si è occupata nuovamente del tema all’interno di un giudizio di opposizione a decreto ingiuntivo.

Nel caso di specie, il debitore aveva eccepito, per la prima volta in sede di comparsa conclusionale, la nullità della fideiussione, rilasciata nel 2006, sostenendo che quest’ultima avrebbe riprodotto alcune delle clausole dello schema ABI, oggetto del Provvedimento di Banca di Italia n. 55/2005, e quindi violando la normativa “antitrust”.

La Corte ha rigettato la suddetta eccezione in forza del fatto che il debitore non aveva nemmeno indicato “quali sarebbero le clausole eventualmente integranti un’ipotesi di intesa restrittiva della concorrenza ai sensi della norma inderogabile contenuta all’art. 2, comma 2, della L. n. 287/1990” ed in forza del fatto che “la dedotta nullità della fideiussione non emerge dai fatti allegati e provati o comunque dagli atti di causa, non essendo stati dimessi il provvedimento n. 55 del 2 maggio 2005 della Banca d’Italia e neppure le N.B.U. predisposte dall’ABI, con le quali eventualmente confrontare l’atto di fideiussione la cui nullità si vuol fare ora valere.”

Nella sua disamina, la Corte d’Appello ha confermato l’orientamento della Suprema Corte di Cassazione il quale, a commento della nota ordinanza della Cassazione n. 29810 del 12 dicembre 2017, sostiene che: “dalla motivazione di detta ordinanza non può farsi discendere, né si può presumere la qualificazione tout court delle Norme Bancarie Uniformi ABI in materia di contratti di fideiussione quali intese illecite, in quanto contenenti clausole contrarie a norme imperative, né la nullità in toto del contratto di fideiussione di cui si discute…va quindi osservato che, avendo l’Autorità amministrativa circoscritto l’accertamento della illiceità ad alcune specifiche clausole delle NBU trasfuse nelle dichiarazioni unilaterali rese in attuazione di dette intese, ciò non esclude, ne è incompatibile, con il fatto che in concreto la nullità del contratto a valle debba essere valutata dal giudice adito alla stregua degli artt. 1418 e ss. cod. civ. e che possa trovare applicazione l’art.1419 cod. civ….laddove l’assetto degli interessi in gioco non venga pregiudicato da una pronuncia di nullità parziale, limitata alle clausole rivenienti dalle intese illecite” (Cass. Civ., sentenza n. 24044 del 26.9.2019).

La Corte territoriale è dunque addivenuta ad un importante principio secondo il quale “ancorché nell’atto fideiussorio siano contenute le specifiche clausole delle NBU la cui illiceità è stata accertata dalla Banca d’Italia, ciò non preclude la verifica da parte dell’Autorità giudiziaria della nullità del contratto ex art. 1418 cc e delle singole clausole affette da nullità ex art. 1419 cc.”; viene dunque scongiurata la declaratoria di nullità tout court della fideiussione per il mero fatto di contenere alcune delle clausole dello schema ABI.

In conclusione, l’appello proposto dal debitore è stato integralmente rigettato con l’effetto che la sentenza di primo grado è stata confermata così come, di riflesso, il decreto ingiuntivo opposto.

Corte d’App. Venezia, 3 marzo 2021, n. 499

Guido Giacomelli – g.giacomelli@lascalaw.com

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Print Friendly, PDF & Email

Condividi su

Potrebbe interessarti anche
Indeterminatezza del tasso, il contratto è comunque salvo

In caso di violazione della normativa antitrust, e in particolare, dell’articolo 2 della legge n....

Contratti Bancari

European Banking Authority: servizi finanziari a distanza e tutela del consumatore

Ecco le conseguenze della domanda di restituzione dell’indebito in caso di mancanza di continuit...

Contratti Bancari

Chi è onerato della prova non usi gli scalari

“Laddove il legislatore avesse voluto, in deroga ai vigenti obblighi di erogazione del credito, i...

Contratti Bancari

X