La mediazione è obbligatoria anche per il fideiussore?

La mediazione civile può essere delegata dal Giudice anche in sede di appello

Con una recente ordinanza, la Corte d’Appello di Milano – chiamata a dirimere una controversia in materia di opposizione a decreto ingiuntivo che coinvolgeva due società ed un istituto di credito chiamato in causa dall’opponente –  pur rilevando che tra i motivi d’appello non rientravano eccezioni riferibili alle materie per le quali il decreto legislativo n. 28 del 2010 impone l’esperimento in via preliminare della mediazione, ha ritenuto opportuno concedere alle parti un termine affinché le stesse tentassero di risolvere la disputa commerciale in via alternativa rispetto a quella giudiziale già intrapresa.

In particolare, il Giudice di secondo grado, esercitando la discrezionalità riconosciutagli dall’art. 5 comma 2, d. Lgs. 28/2010, dopo aver valutato la natura della causa e gli interessi tra le parti, pur non avendo rilevato la sussistenza di materie rientranti tra quelle per le quali il legislatore ha imposto la mediazione obbligatoria, ha spronato le parti ad intraprendere il procedimento di mediazione.

L’ordinanza in commento costituisce ottimo spunto per delineare brevemente in tale sede le tre tipologie di mediazione disciplinate dal D. Lgs. 28 del 2010, così come modificato dalla Legge n. 98 del 2013.

La prima tipologia è la cd. mediazione obbligatoria, disciplinata dall’art. 5 comma 1-bis, la cui norma, con riferimento a controversie vertenti su materie tassativamente indicate (ad es., diritti reali, contratti assicurativi, bancari e finanziari), impone l’esperimento in via preliminare del tentativo di mediazione, definito dalla norma “condizione di procedibilità” della eventuale successiva domanda giudiziale.

Soltanto in caso di esito negativo, le parti possono adire il Giudice competente, come può evincersi dal comma 2 bis art. cit., il quale dispone che “quando l’esperimento del procedimento di mediazione è condizione di procedibilità della domanda giudiziale  la condizione si considera avverata se il primo incontro dinanzi al mediatore si conclude senza l’accordo”.

La seconda tipologia di mediazione è quella cd. facoltativa che, evidentemente, si instaura per mera volontà delle parti, le quali ambiscono a raggiungere un accordo risolutorio della controversia, evitando le complicanze ed i gravami derivanti da un’eventuale azione giudiziaria.

Infine, vi è la mediazione cd. delegata: è il giudice a sospendere il procedimento giudiziale incardinato dalle parti, disponendo che queste ultime esperiscano il procedimento di mediazione che, di conseguenza, diviene automaticamente condizione di procedibilità della domanda giudiziale.

Il caso oggetto dell’ordinanza in commento è evidentemente riconducibile all’ultima delle tre tipologie illustrate, avendo il Giudice di secondo grado deciso di sospendere il giudizio, concedendo alle parti un termine di 15 giorni entro il quale promuovere il procedimento di mediazione ed assegnando tre mesi per l’espletamento della stessa procedura.

In conclusione, quindi, si può giungere a ritenere ormai consolidato il principio secondo il quale anche il Giudice dell’Appello – e non solo quello di primo grado – potrà invitare le parti di una controversia a risolvere la stessa in via alternativa a quella giudiziale, mediante lo strumento introdotto nel nostro ordinamento dal Decreto Lgs. 28/2010.

App. Milano, 23 marzo 2016 (leggi la sentenza)

Biagio Torsellob.torsello@lascalaw.com

Print Friendly

Condividi su

Potrebbe interessarti anche
Comunione legale, finché pignoramento non ci separi

Il Giudice bolognese, nell’invitare le parti di un giudizio di opposizione a decreto ingiuntivo ad...

Mediazione bancaria

La mediazione è obbligatoria anche per il fideiussore?

Il Giudizio, concluso con la sentenza in commento, era stato instaurato da due società e dai rispet...

Mediazione bancaria

La parte deve partecipare personalmente alla mediazione

Con l’approfondimento dello scorso 8 maggio avevamo dato conto ai nostri lettori delle novità nel...

Coronavirus

X