Diritto d'autore

La libertà di panorama

Trib. Milano, Sez. Specializzata in materia di impresa, sent. n. 8018/2015, G. R. contro T. I. S.p.a

Il 9 luglio scorso, in sede di Parlamento Europeo, si è discusso in merito ad alcune proposte di modifica alla Direttiva 2001/29/CE relativa alla “armonizzazione di alcuni aspetti del diritto d’autore e dei diritti connessi nella società dell’informazione“.

In particolare, si è discusso a lungo relativamente al riconoscimento, al livello europeo, della cosiddetta “libertà di panorama“, cioè del diritto di utilizzare, anche a scopo commerciale, fotografie, video o altre immagini aventi per oggetto opere situate in un luogo pubblico senza dover chiedere autorizzazione a nessun soggetto.

A livello europeo, infatti, la realtà è estremamente variegata: da un lato, infatti, vi sono paesi che riconoscono e garantiscono, in maniera pressoché assoluta, la libertà di panorama (Austria, Germania, Regno Unito, Irlanda, Polonia, Portogallo, Slovacchia, Spagna, Svezia, Ungheria, Svizzera); dall’altro paesi che riconoscono la libertà di panorama purché l’opera non rappresenti l’elemento centrale della riproduzione (Danimarca, Finlandia, Estonia, Lettonia, Lituania, Lussemburgo, Romania). Esistono, inoltre, paesi, tra cui l’Italia e la Francia, che limitano fortemente la possibilità di riprodurre a qualsiasi scopo opere stabilmente installate sul suolo pubblico (si parla infatti di libertà di panorama ristretta).

Secondo il Codice dei beni culturali e del paesaggio non esiste infatti libertà di panorama e, per sfruttare ai fini commerciali le proprie produzioni, è necessaria un’autorizzazione da parte delle amministrazioni locali. Il problema è che questo approccio, al momento dibattuto anche in Francia e Grecia e, in misura minore, da Romania e Bulgaria, rischia di estendersi a tutti i 28 Paesi dell’Unione. Diventando il nuovo standard del diritto d’autore per foto e video a monumenti, paesaggi, opere d’arte, edifici moderni o antichi anche quando affaccino su luoghi pubblici o costituiscano il profilo di una località.

Chiedere un permesso per ogni foto fatta da ogni palazzo d’Europa è irreale” ha commentato l’associazione di fotografi Freelens.

24 luglio 2015

Franco Pizzabiocca – f.pizzabiocca@lascalaw.com

Print Friendly

Condividi su

Potrebbe interessarti anche
Mario Valentino vs. Valentino

Il tema “comunicazione al pubblico” si arricchisce di un nuovo capitolo: quand’è che si concr...

Diritto d'autore

Mario Valentino vs. Valentino

È stato recentemente approvato il decreto del Ministero dei Beni Culturali e del Turismo (MIBACT) c...

Diritto d'autore

Mario Valentino vs. Valentino

A inizio del corrente mese, la Corte di Giustizia Europea si è espressa sulla domanda di pronuncia ...

Diritto d'autore

X