Diritto d'autore

La libertà di panorama

Trib. Milano, Sez. Specializzata in materia di impresa, sent. n. 8018/2015, G. R. contro T. I. S.p.a

Il 9 luglio scorso, in sede di Parlamento Europeo, si è discusso in merito ad alcune proposte di modifica alla Direttiva 2001/29/CE relativa alla “armonizzazione di alcuni aspetti del diritto d’autore e dei diritti connessi nella società dell’informazione“.

In particolare, si è discusso a lungo relativamente al riconoscimento, al livello europeo, della cosiddetta “libertà di panorama“, cioè del diritto di utilizzare, anche a scopo commerciale, fotografie, video o altre immagini aventi per oggetto opere situate in un luogo pubblico senza dover chiedere autorizzazione a nessun soggetto.

A livello europeo, infatti, la realtà è estremamente variegata: da un lato, infatti, vi sono paesi che riconoscono e garantiscono, in maniera pressoché assoluta, la libertà di panorama (Austria, Germania, Regno Unito, Irlanda, Polonia, Portogallo, Slovacchia, Spagna, Svezia, Ungheria, Svizzera); dall’altro paesi che riconoscono la libertà di panorama purché l’opera non rappresenti l’elemento centrale della riproduzione (Danimarca, Finlandia, Estonia, Lettonia, Lituania, Lussemburgo, Romania). Esistono, inoltre, paesi, tra cui l’Italia e la Francia, che limitano fortemente la possibilità di riprodurre a qualsiasi scopo opere stabilmente installate sul suolo pubblico (si parla infatti di libertà di panorama ristretta).

Secondo il Codice dei beni culturali e del paesaggio non esiste infatti libertà di panorama e, per sfruttare ai fini commerciali le proprie produzioni, è necessaria un’autorizzazione da parte delle amministrazioni locali. Il problema è che questo approccio, al momento dibattuto anche in Francia e Grecia e, in misura minore, da Romania e Bulgaria, rischia di estendersi a tutti i 28 Paesi dell’Unione. Diventando il nuovo standard del diritto d’autore per foto e video a monumenti, paesaggi, opere d’arte, edifici moderni o antichi anche quando affaccino su luoghi pubblici o costituiscano il profilo di una località.

Chiedere un permesso per ogni foto fatta da ogni palazzo d’Europa è irreale” ha commentato l’associazione di fotografi Freelens.

24 luglio 2015

Franco Pizzabiocca – f.pizzabiocca@lascalaw.com

Print Friendly

Condividi su

Potrebbe interessarti anche
Mario Valentino vs. Valentino

Il mese scorso l’EUIPO (European Union Intellectual Property Office) ha pubblicato un discussion p...

Diritto d'autore

Il fornitore non è sempre responsabile del trattamento

Critto-anarchici e hacker neo-libertari di varia composizione ideologica, che sotto un male inteso v...

Diritto d'autore

Mario Valentino vs. Valentino

Il tema “comunicazione al pubblico” si arricchisce di un nuovo capitolo: quand’è che si concr...

Diritto d'autore

X