Diritto Processuale Civile

La fattura prova il debito se è stata accettata senza contestazioni

Trib.  Milano, 5 novembre 2012, Sez. III, n. 12054,

Massima: “La fattura commerciale, avuto riguardo alla sua formazione unilaterale ed alla funzione di far risultare documentalmente elementi relativi all’esecuzione di un contratto, si inquadra fra gli atti giuridici a contenuto partecipativo, consistendo nella dichiarazione indirizzata all’altra parte di fatti concernenti un rapporto già costituito; ne consegue che, quando tale rapporto non sia contestato fra le parti, la fattura può costituire un valido elemento di prova quanto alle prestazioni eseguite, specie nell’ipotesi in cui il debitore abbia accettato, senza contestazioni, le fatture stesse nel corso dell’esecuzione del rapporto.” (leggi la sentenza per esteso)

 

La Suprema Corte, uniformandosi all’orientamento costante della giurisprudenza, ha osservato che l’estratto delle scritture contabili autenticato da Notaio costituisce prova scritta idonea all’emissione del decreto ingiuntivo, per gli imprenditori che esercitano attività commerciale.

Peraltro, nel caso di specie, il ricorrente aveva prodotto altresì la fattura, che analogamente costituisce prova del credito, laddove controparte non l’abbia contestata e non abbia eccepito la mancata ricezione della merce.

(Simona Daminelli – s.daminelli@lascalaw.com)

Print Friendly

Condividi su

Potrebbe interessarti anche
Il deposito cauzionale equivale a consegna materiale

La Sezione fallimentare del Tribunale di Siracusa si è pronunciata recentemente sulla questione rel...

Diritto Processuale Civile

Regolamento di giurisdizione e Pubblica Amministrazione

La notificazione della sentenza al fine del decorso del termine breve di impugnazione, la quale sia ...

Diritto Processuale Civile

La rivincita del promissario acquirente

Con il Decreto Legge n. 125 del 7 ottobre 2020 arriva un’ulteriore proroga delle disposizioni in t...

Coronavirus

X