Diritto dell'esecuzione Forzata

La domanda di acquisizione della nuda proprietà è opponibile al terzo anche se trascritta senza la durata dell’usufrutto

Cass., 5 marzo 2013, Sez. III, n. 5397

Massima: “In tema di pubblicità immobiliare, la trascrizione della domanda giudiziale ha la funzione di prenotare, nei confronti dei terzi, gli effetti della pronuncia che sarà successivamente emessa, realizzando una tutela anticipata del diritto che colui che trascrive andrà ad acquistare. Ne consegue che, in caso di trascrizione di domanda di giudizio arbitrale finalizzata all’esecuzione specifica dell’obbligo di concludere un contratto di acquisto della nuda proprietà di un immobile, chi trascrive non è tenuto, ai fini dell’opponibilità ai terzi, a dare conto, nella relativa nota, anche dell’esistenza e della durata dell’usufrutto residuo gravante sull’immobile stesso, trattandosi di diritto di cui è titolare un soggetto diverso da quello che trascrive la domanda giudiziale.” (leggi la sentenza per esteso)

La Cassazione Civile con sentenza n. 5397/13 si è pronunciata in merito all’opponibilità al terzo della trascrizione della domanda di giudizio arbitrale proposta da una srl e finalizzata all’esecuzione specifica dell’obbligo di concludere un contratto di acquisto della nuda proprietà di un immobile. La società, nella nota di trascrizione della domanda giudiziale di cui sopra, non aveva trascritto che l’usufrutto era ad tempus.

Nel caso di specie, la Corte ha ritenuto non potersi richiamare l’art. 2665 c.c. relativo all’omissione e inesattezza delle nota di trascrizione. Infatti chi trascrive un atto (nella specie una domanda giudiziale) trascrive il contenuto del proprio diritto poiché acquisterà il diritto a seguito dell’esito favorevole del giudizio; non è necessario che trascriva anche il contenuto del diritto residuale di usufrutto che permane in capo al venditore.

Il sistema della pubblicità immobiliare implica che siano resi noti gli acquisti di chi trascrive e non quelli del soggetto contro cui è fatta la trascrizione. Il sistema mira infatti a tutelare il soggetto acquirente in relazione unicamente al diritto acquisito.

La nota di trascrizione identifica il titolo di acquisto (nella specie la nuda proprietà) e non esclude l’usufrutto. Pertanto, il creditore che trascrive il pignoramento immobiliare è edotto dell’esistenza di un giudizio il cui esito potrebbe essere l’acquisto della nuda proprietà. Ne consegue che sarà suo onere verificare, indipendentemente dalla nota di trascrizione, l’entità del diritto residuale in capo al debitore, tanto più che l’usufrutto può essere espropriabile nei limiti del titolo esistente in capo all’espropriato.

In conclusione, in tema di pubblicità immobiliare la trascrizione della domanda giudiziale ha la funzione di prenotare verso i terzi gli effetti della pronuncia che sarà poi emessa, realizzando una tutela anticipata del diritto che si andrà ad acquistare: è sulla base di tale principio di diritto che è stata rigettata l’opposizione di terzo. E’ infatti opponibile al terzo la domanda di acquisizione della nuda proprietà, anche se trascritta senza la durata dell’usufrutto poiché chi trascrive non è tenuto, ai fini dell’opponibilità ai terzi, a dare conto nella nota anche dell’esistenza e durata dell’usufrutto residuo gravante sull’immobile, trattandosi di diritto di cui è titolare un soggetto diverso da chi trascrive la domanda.

(Federica Martini – f.martini@lascalaw.com)

Print Friendly

Condividi su

Potrebbe interessarti anche
Dopo il pagamento del decreto ingiuntivo, niente esecuzione per le spese successive

Nel caso in cui il debitore estingua il proprio debito, comprensivo degli interessi e delle spese pr...

Diritto dell'esecuzione Forzata

Esecuzione forzata, al via le modifiche introdotte dal decreto semplificazioni pignoramento: attenti alla nota?

Il 13 febbraio è entrata in vigore la legge di conversione del Decreto Legge 14 dicembre 2018 n. 13...

Diritto dell'esecuzione Forzata

Pignoramento dei diritti parziari: obbligo o facoltà?

È facoltà del creditore ipotecario agire in via esecutiva direttamente e nei soli confronti del pr...

Diritto dell'esecuzione Forzata