Diritto dell'Esecuzione Forzata

La determinazione dell’indennità di esproprio in base al valore di mercato

Cass., 14 giugno 2013, sez VI, n. 15045 (leggi la sentenza per esteso)

La modalità di determinazione della misura dell’indennità dovuta a fronte del sacrificio che l’espropriazione comporta, oggi, alla luce dell’ordinanza  del 14 giugno 2013, n.15045  emessa dalla Corte di Cassazione viene determinata facendo riferimento esclusivamente al valore di mercato del bene.

Viene infatti abrogata la precedente normativa di riferimento, art. 16, co. 1 D.L.gs.504 del 1992 ,che  prevedeva in caso di espropriazione di un’area fabbricabile, la determinazione del valore espropriato in base alla dichiarazione ed ai valori determinati ai fini dell’ICI, ovvero la norma prevedeva una riduzione del valore del bene accertato rispetto a quello risultante dalla dichiarazione ICI.

La necessità di stabilire l’indennità sulla base del valore di mercato trova riscontro e sostegno nella pronuncia della Corte Costituzionale, la n. 33872011, che ha dichiarato l’illegittimità costituzionale del  D.L.gs.504 del 1992, art.16 co. 1, in quanto “ritenuto incompatibile con il nucleo minimo di tutela del diritto di proprietà di cui all’art.42 Cost., comma 3 e dell’art.1 del primo protocollo addizionale della CEDU, in virtù del quale l’indennità di espropriazione non può ignorare ogni dato valutativo inerente ai requisiti specifici del bene,né può elidere un ragionevole legame con il valore di mercato: e ciò non soltanto nell’ipotesi di omessa dichiarazione / denuncia ICI, ma anche nel caso di dichiarazione / denuncia di valori irrisori,o di valori che potrebbero condurre comunque ad elidere il necessario vincolo di ragionevolezza e proporzionalità  fra il comportamento tributario illecito e la sanzione.

(Giovanna Di Mattei – g.dimattei@lascalaw.com)

Print Friendly

Condividi su

Potrebbe interessarti anche
Attento a come quereli, il falso va provato!

È stato affermato che, all’interno di un giudizio di accertamento dell’obbligo del terzo pignor...

Diritto dell'Esecuzione Forzata

L’inerzia dell’aggiudicatario paga!

Con l’approvazione della legge di Bilancio 2020, pubblicata in Gazzetta Ufficiale il 31 dicembre 2...

Diritto dell'Esecuzione Forzata

A volte ritornano: il conflitto di interessi dell’amministratore di società

Cari Lettori, come anticipato nel nostro contributo Flash del 4 gennaio scorso, è entrato in vig...

Diritto dell'Esecuzione Forzata

X