La parte deve partecipare personalmente alla mediazione

Per la Cassazione l’onere della mediazione spetta all’opponente

Nel procedimento di opposizione a decreto ingiuntivo, il mancato esperimento della mediazione giudiziale – nei termini dettati dal Giudice – determina l’improcedibilità dell’opposizione e la conferma del decreto ingiuntivo opposto.

Con questa pronuncia, la Suprema Corte si è allineata al principio di diritto, già enunciato dalla Cassazione con sentenza n. 24629 del 2015, secondo il quale  “in tema di opposizione a decreto ingiuntivo, l’onere di esperire il tentativo obbligatorio di mediazione sulla parte opponente poiché il D.Lgs. n. 28 del 2010, art. 5, deve essere interpretato in conformità alla sua ratio e, quindi, al principio della ragionevole durata del processo, sulla quale può incidere negativamente il giudizio di merito che l’opponente ha interesse ad introdurre“.

La peculiare struttura del procedimento monitorio prevede che nella fase sommaria, volta a conseguire agevolmente una definizione della lite senza giudizio di merito, non vi sia il contraddittorio.

Unicamente nella fase di merito introdotta con opposizione si instaura il contraddittorio delle parti: spetta, pertanto, all’opponente – e sempre a condizione che sia domandata la concessione della provvisoria esecuzione del decreto ingiuntivo o la sospensione della stessa- l’esperimento nei termini del tentativo obbligatorio di mediazione, essendo nel suo interesse definire alternativamente il giudizio, coerentemente con la logica deflattiva del processo cui tende il meccanismo conciliativo.

Conclude la Corte statuendo che la “logica del contraddittorio” viene adeguatamente garantita proprio assicurando al destinatario della ingiunzione la possibilità di definire in via stragiudiziale la controversia nella fase del giudizio di merito instaurato a seguito di opposizione; pertanto, “in caso di mancato assolvimento di tale condizione di procedibilità, sarà la sua azione (proposta sotto forma di opposizione) a rimanere travolta dalla declaratoria di improcedibilità”.

Cass., Sez. VI Civile – 1, 16 settembre 2019, ordinanza n. 23003

Francesca Schiavon – f.schiavon@lascalaw.com

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Print Friendly

Condividi su

Potrebbe interessarti anche
La parte deve partecipare personalmente alla mediazione

In una recente ordinanza la Corte di Cassazione ha chiarito entro quando deve essere eccepita o rile...

Mediazione bancaria

Attento a come quereli, il falso va provato!

Nella sentenza in commento il Tribunale di Civitavecchia, in tema di mediazione obbligatoria, sostie...

Mediazione bancaria

Comunione legale, finché pignoramento non ci separi

La Suprema Corte ha recentemente chiarito che il patrocinio a spese dello Stato non è ammissibile c...

Mediazione bancaria

X