Contratti

Ipotesi di nullità della vendita con patto di riscatto

Cass., Sez. II, 19 novembre 2015, n. 23670 (leggi la sentenza)

La Corte di Cassazione, sez. II Civile, con sentenza del 19 novembre 2015, n. 23670 ha ribadito l’orientamento secondo cui una vendita stipulata con patto di riscatto o di retrovendita è nulla se il versamento del denaro da parte del compratore non costituisca il pagamento del prezzo, ma l’adempimento di un mutuo, ed il trasferimento del bene serva solo a porre in essere una transitoria situazione di garanzia, destinata a venir meno, con effetti diversi a seconda che il debitore adempia o non l’obbligo di restituire le somme ricevute.

Una siffatta vendita, infatti, pur non integrando direttamente un patto commissorio, costituisce un mezzo per eludere il divieto posto dall’articolo 2744 cod. civ., e la sua causa illecita ne determina l’invalidità ai sensi degli articoli 1343 e 1418 cod. civ.

27 novembre 2015

Walter Pirracchio – w.pirracchio@lascalaw.com

Print Friendly

Condividi su

Potrebbe interessarti anche
L’assenza di preventivo non esclude il diritto al compenso dell’avvocato

Due sposi, delusi dal pranzo di nozze, decidevano di non pagare il ristoratore. La Corte di Cassazio...

Contratti

Vado a stare da papà

In presenza di una scrittura privata, la parte può scegliere tra la possibilità di disconoscerla e...

Contratti

L’assenza di preventivo non esclude il diritto al compenso dell’avvocato

Sulla base degli artt. 18 co. 2 e 21 co. 6 del Regolamento Agenti FIGC, “all’agente sportivo è...

Contratti

X