Crisi e procedure concorsuali

Inammissibile il reclamo ex art. 26 l.f. contro il provvedimento del Giudice delegato autorizzatorio dell’affitto di azienda

Tribunale Milano, 23 luglio 2014 (leggi la sentenza per esteso)

Segnaliamo due principi espressi recentemente dal Tribunale di Milano nella pronuncia in commento, laddove si è ritenuto, in primis, inammissibile il reclamo proposto, ai sensi dell’ art. 26 l.f., avverso il provvedimento del Giudice delegato autorizzatorio dell’affitto d’azienda ai sensi dell’art. 104-bis, comma 1, l.f., posto che “la scelta dell’affittuario dell’azienda fallita, […] rappresenta un atto del curatore”, benché trasfuso nel provvedimento del Giudice delegato di autorizzazione, il quale “ha il valore di una mera presa d’atto della scelta del curatore”; cosicchè l’offerente che voglia impugnare la decisione del curatore del fallimento nella scelta dell’affittuario dell’azienda fallita, ha l’onere di reclamare l’atto ai sensi dell’art. 36 l.f..

Sotto altro profilo, il Tribunale ha altresì rilevato che, essendo i pareri emessi dal comitato dei creditori preordinati all’emanazione di provvedimenti del Giudice delegato al fine di consentirgli una valutazione completa della valutazione autorizzando, nell’ipotesi di cui all’art. 41, comma 4, l.f., in cui sia necessaria la sostituzione del giudice delegato al comitato dei creditori ed essendo quindi impossibile acquisirne il parere, il Giudice debba necessariamente provvedere de plano autorizzando, ai sensi dell’art. 104-bis co. 5 l.f., la concessione del diritto di prelazione all’affittuario di ramo di azienda, senza necessità di esprimere, in surroga del comitato, il parere favorevole previsto dall’art. 104-bis co. 5 l.f..

15 settembre 2014

(Luca Bettinelli – l.bettinelli@lascalaw.com)

Print Friendly

Condividi su

Potrebbe interessarti anche
Ipoteca: tutto è immobile finché l’immobile rimane…immobile

Il recente protocollo siglato tra la Sezione Fallimentare del Tribunale di Milano e la Procura della...

Crisi e procedure concorsuali

Accertamento dell’insolvenza: fatti diversi…sentenza diversa!

Una società in nome collettivo e i suoi due soci illimitatamente responsabili proponevano ricorso i...

Crisi e procedure concorsuali

Nel nostro recente articolo in merito alla nuova disciplina del cram down fiscale introdotta con la ...

Crisi e procedure concorsuali

X