Contratti Bancari

Impignorabile la quota del conto bancario dell’erede se l’asse ancora indiviso comprende altri beni

Cass., 19 marzo 2013, Sez. VI, n. 6809 (leggi la sentenza per esteso)

Con la massima in commento, la Suprema Corte ha statuito l’impignorabilità delle quote di beni caduti in successione.

In particolare, la Sesta Sezione della Corte di Cassazione ha accolto il ricorso dell’intestatario  di una quota di un conto corrente bancario ricevuto in eredità, che si era opposto alla procedura esecutiva promossa dall’Agente della Riscossione.

Tale decisione prende le mosse dalla considerazione che, fino a quando l’asse ereditario risulta indiviso,  oggetto del pignoramento potrebbe essere una quota che poi, in sede di assegnazione, potrebbe essere attribuita ad un altro erede, ed in tal caso,  il pignoramento non produrrebbe i suoi effetti tipici, poiché i beni sottosti a vincolo,  non rientrando tra quelli del debitore esecutato, determinerebbero l’inesistenza dell’oggetto della procedura.

(Giuliana Poggi – g.poggi@lascalaw.com)

 

Print Friendly

Condividi su

Potrebbe interessarti anche
Indeterminatezza del tasso, il contratto è comunque salvo

L’invito alla lettura cade in questo numero sulla sentenza del Tribunale di Torino del 31.12.2020,...

Contratti Bancari

Fideiussore legale rappresentante della Società garantita

Recentemente, il Tribunale di Padova, con sentenza n. 630 del 02/04/2021, prendendo posizione in mer...

Contratti Bancari

Chi è onerato della prova non usi gli scalari

La tematica della presunta nullità delle fideiussioni per contrarietà alla legge n. 287/2020 (“N...

Contratti Bancari

X