Contratti Bancari

Il tasso soglia ai fini antiusura nell’ apertura di credito in c/c garantita da ipoteca: si applica quello relativo alle operazioni in conto corrente, non quello relativo ai mutui fondiari

Recentemente il nostro studio ha dovuto valutare – nell’interesse di una banca cliente e a seguito dell’eccezione sollevata in sede di mediazione dalla di controparte – la presunta erronea determinazione del tasso soglia usura in ragione del fatto che l’apertura di credito in conto corrente oggetto di contestazione veniva garantita da ipoteca su bene immobile.

Il cliente invocava infatti, per relationem, l’applicazione del tasso soglia  relativo ai mutui fondiari e non alle aperture di credito cd. “in bianco”.

Come noto la c.d. legge antiusura, n. 108 del 7 marzo 1996, demanda al Ministro del Tesoro il compito di determinare trimestralmente il tasso soglia con proprio decreto tenendo conto di una serie di elementi variabili e della tipologia delle operazioni di credito.

Proprio al fine di calcolare il TEG la Banca d’Italia ha provveduto a redigere le c.d. Istruzioni per la rilevazione dei Tassi Effettivi Globali Medi ai sensi della legge sull’usura, e nella sezione relativa alla classificazione delle operazioni per categoria ha espressamente disposto che rientrano nella “categoria 1 – Aperture di credito in conto corrente”:  "le operazioni regolate in conto corrente in base alle quali l’intermediario, ai sensi dell’art. 1842 e ss. del c.c., si obbliga a tenere a disposizione del cliente la somma di denaro per un dato periodo di tempo ovvero a tempo indeterminato e il cliente ha facoltà di ripristinare la disponibilità.
Vanno inseriti in tale categoria anche i passaggi a debito di conti non affidati nonché gli sconfinamenti sui conti correnti affidati rispetto al fido accordato.
(…) Per operazioni “con garanzia” si intendono quelle assistite da garanzie reali ovvero da garanzie prestate da banche, imprese di investimento, società e enti di assicurazione, confidi e intermediari finanziari iscritti all’elenco speciale. Vanno segnalate tra le operazioni con garanzia anche quelle parzialmente garantite (…).
"

A espresso sostegno di tale assunto v’è la risposta di Banca d’Italia al quesito sottopostoLe con riferimento proprio alla base di calcolo:
 “Nel conto corrente garantito da ipoteca sugli immobili di proprietà del correntista o di terzi, le modalità di segnalazione del TEG seguono quelle relative agli affidamenti in conto corrente. In linea generale, le spese per la costituzione della garanzia e le spese assicurative eventualmente imposte sull’immobile entrano nel calcolo del TEG nelle forme previste per le spese di istruttoria.
Nel caso di spesa pluriennale sostenuta in via anticipata e in un’unica soluzione, l’onere annuale da includere nel TEG può essere determinato pro-quota, in base alla durata media stimata dall’intermediario per i contratti in essere della stessa tipologia
” (Cfr. “Risposte ai quesiti pervenuti in materia di rilevazione dei T.E.G. ai sensi della legge sull’usura” – 1 dicembre 2010).

Alla luce di quanto sopra, ne consegue che l’eccezione deve ritenersi infondata: la previsione normativa privilegia infatti, a questo scopo,  non la presunta rischiosità dell’ operazione, ma la forma tecnica della facilitazione e i relativi aspetti, altrettanto rilevanti, che determinano il tasso (durata, facoltà di revoca, libera possibilità di utilizzo e di ripristino della provvista, ecc.).

(Carmela Prencipe – c.prencipe@lascalaw.com)

Print Friendly

Condividi su

Potrebbe interessarti anche
Centrale Rischi e danno all'immagine, stop al risarcimento facile!

Il danno all’immagine, inteso quale danno non patrimoniale determinato dalla lesione di diritti in...

Contratti Bancari

Costo del finanziamento: istruzioni per l’uso

Il Foro meneghino, in una recente pronuncia, ribadendo la funzione informativa sottesa all'indice si...

Contratti Bancari

Mutuo e interessi di mora, l’erroneità della tesi sulla non debenza degli interessi

In un recente caso, trattato dal nostro Studio e che ha visto vittoriosa la Banca convenuta, il Trib...

Contratti Bancari