Diritto dell'Esecuzione Forzata

Il regime di impignorabilità relativa posto dall’art. 2911 c.c.

Trib. Tempio Pausania, 25 settembre 2012, n. 323 (leggi la sentenza per esteso)

Nell’ambito del giudizio di opposizione ex art. 615 c.p.c. all’esecuzione immobiliare, il Tribunale di Tempio Pausania ha accolto l’eccezione dell’opponente in punto di violazione del disposto di cui all’art. 2911 c.c., poiché il creditore procedente, senza sottoporre ad esecuzione anche i beni gravati da pegno, aveva pignorato solo l’immobile ipotecato a garanzia del mutuo fondiario concesso.

Il giudice adito ha ritenuto la doglianza fondata, con conseguente dichiarazione di nullità dell’atto di pignoramento, in ragione del regime di impignorabilità relativa riguardante i beni non gravati da diritto reale di garanzia previsto dall’art. 2911 c.c.

Secondo la citata norma, infatti, al creditore titolare di causa di prelazione non è precluso di soddisfarsi su beni diversi da quelli gravati da ipoteca o pegno, ma la condizione per poter agire su tali beni è che l’azione esecutiva sia stata promossa anche su quelli che rendono operante la causa di prelazione.

E dunque, affinché il creditore possa trovare soddisfacimento delle sue ragioni su altri beni del debitore, dovrà necessariamente sottoporre ad esecuzione anche il bene gravato da pegno.

(Carmela Prencipe – c.prencipe@lascalaw.com)

Print Friendly

Condividi su

Potrebbe interessarti anche
Il deposito cauzionale equivale a consegna materiale

La materia dell'indennità di espropriazione rientra nell'ordinamento civile e quindi è coperta dal...

Diritto dell'Esecuzione Forzata

Regolamento di giurisdizione e Pubblica Amministrazione

Con una recente sentenza, la Cassazione ha chiarito quali siano le conseguenze - nell’ipotesi di ...

Diritto dell'Esecuzione Forzata

Attento a come quereli, il falso va provato!

L’introduzione del giudizio di merito, in caso di opposizione all’esecuzione e agli atti esecuti...

Diritto dell'Esecuzione Forzata

X