Diritto dell'Esecuzione Forzata

Il procedimento di correzione per cancellare la trascrizione della domanda giudiziale

Tribunale di Napoli, Decreto del 7 luglio 2014

Il caso riguarda l’istanza avanzata da un Istituto bancario diretta ad ottenere la cancellazione della trascrizione della domanda giudiziale ai sensi dell’art. 2668 c.c., II comma il quale stabilisce che essa “deve essere giudizialmente ordinata, qualora la domanda sia rigettata o il processo sia estinto per rinunzia o per inattività delle parti”.

Si evidenzia che nel caso di specie, il mancato ordine di cancellazione della trascrizione era dovuto soltanto ad una mera omissione nella pronuncia da parte del Giudice.

Cosicché, il Tribunale adito, con decreto di fissazione udienza di comparizione delle parti, riportandosi a consolidata giurisprudenza di legittimità, riguardo alle forme finalizzate ad ottenere l’ordine del Giudice della cancellazione ha statuito che “è ammissibile il procedimento di correzione dei provvedimenti giurisprudenziali con funzione integrativa della pronuncia nella parte in cui si è omesso di cancellare la trascrizione” .

La motivazione di tale pronuncia muove le fila dalla circostanza che la mancata cancellazione della trascrizione della domanda giudiziale che sia stata rigettata con sentenza passata in giudicato ovvero sia intervenuta l’estinzione del giudizio per inattività delle parti o rinunzia, integra un’omissione ricollegabile ad una mera svista del giudice e, di conseguenza, la medesima rimane sottratta ad una qualunque forma di valutazione giudiziale.

In forza di tale principio di diritto, il Tribunale di Napoli ha ritenuto fondata e legittima l’instaurazione da parte della Banca del procedimento per la correzione degli errori materiali al fine di ottenere cancellazione della trascrizione della domanda giudiziale, ricorrendo i presupposti di cui all’art. 2668, comma 2, c.c..

28 luglio 2015

Valentina Giffoni – v.giffoni@lascalaw.com

Print Friendly

Condividi su

Potrebbe interessarti anche
Il deposito cauzionale equivale a consegna materiale

Visto il perdurare sino al 30 giugno 2021 degli effetti della sospensione ex art. 54 ter del Decreto...

Diritto dell'Esecuzione Forzata

A volte ritornano: il conflitto di interessi dell’amministratore di società

L’ordinanza del Tribunale di Santa Maria Capua Vetere in commento, ottenuta dallo Studio nell’am...

Diritto dell'Esecuzione Forzata

L’inerzia dell’aggiudicatario paga!

Con la sentenza in commento, il Giudice dell’esecuzione del Tribunale di Chieti, chiamato a decide...

Diritto dell'Esecuzione Forzata

X