Contratti Bancari

Il piano di ammortamento alla francese è legittimo

Trib. Benevento, 19 novembre 2012 (leggi la sentenza per esteso)

La sentenza in commento ha riconosciuto piena validità al piano di ammortamento alla “francese” di un contratto di mutuo, negando che il medesimo comporti una capitalizzazione degli interessi.

Il sistema di “ammortamento” alla francese  prevede il rimborso del capitale mutuato per mezzo di rate costanti nelle quali la quota di capitale aumenta progressivamente, mentre la quota di interessi progressivamente decresce.

In particolare l’importo delle singole rate viene determinato attraverso l’utilizzo dell’interesse composto in forza del quale vengono resi uguali il capitale mutuato con la somma dei valori attuali di tutte le rate previste dal piano di ammortamento.

In forza di tale sistema in ciascuna rata la quota di interessi si determina sul debito residuo del periodo precedente e, sulla base dell’interesse composto, il debito residuo sul quale viene calcolato l’interesse è quello rappresentato dalla quota capitale ancora dovuta detratto l’importo già corrisposto con le rate precedenti.

In tal modo non si verifica, quindi, alcuna capitalizzazione degli interessi, in considerazione del fatto che gli interessi sono calcolati sul capitale via via decrescente e per il periodo corrispondente a quello di ciascuna rata.

(Filippo Basile – f.basile@lascalaw.com)

Print Friendly

Condividi su

Potrebbe interessarti anche
Chi è onerato della prova non usi gli scalari

Il ricorrente si era visto negare un finanziamento necessario all’acquisto di un immobile per via ...

Contratti Bancari

Indeterminatezza del tasso, il contratto è comunque salvo

La spedizione per posta ordinaria di un assegno, ancorché munito di clausola di intrasferibilità, ...

Contratti Bancari

Chi è onerato della prova non usi gli scalari

“In materia di cessione dei crediti in blocco, eseguita tramite cartolarizzazione, deve escludersi...

Contratti Bancari

X