Diritto d'autore

Il nuovo regolamento Agcom: le novità in materia

Delibera n. 680/13/CONS – Regolamento in materia di tutela del diritto d’autore sulle reti di comunicazione elettronica e procedure attuative ai sensi del decreto legislativo 9 aprile 2003, n. 70 (vedi documento)

Il prossimo 31 marzo 2014 entrerà in vigore il nuovo Regolamento approvato con voto unanime il 12 dicembre 2013 dal Consiglio dell’Autorità per le Garanzie nelle Comunicazioni per la tutela del diritto d’autore sulle reti di comunicazione elettronica.

Analizziamo, più in particolare, le disposizioni maggiormente rilevanti.

Dall’esame delle norme, emerge chiaramente la volontà dell’Agcom di voler contrastare la diffusione della pirateria informatica, assegnando dichiaratamente una priorità alla lotta contro le violazioni massive.

L’art. 2, comma 3, stabilisce infatti che “il regolamento non si riferisce ai downloader e alle applicazioni nonchè ai programmi per elaboratore attraverso i quali si realizzi la condivisione diretta tra utenti finali di opere digitali attraverso reti di comunicazione elettronica (cd. peer to peer)”; in tal maniera, vengono di fatto esclusi dall’applicazione della normativa gli “utenti domestici” che non abbiano fine di lucro.

Quanto alla procedura contenuta nel regolamento, questa prevede innanzitutto l’avvio su istanza di parte:  i titolari di un diritto d’autore possono segnalare direttamente all’Agcom una presunta violazione, senza dover preventivamente inviare una comunicazione al gestore del sito contenente la richiesta di rimozione dei contenuti illeciti.

Ove la richiesta sia fondata, l’Agcom provvederà a comunicare all’uploader o al gestore del sito l’avvio del procedimento, con invito alla rimozione del contenuto entro 3 giorni lavorativi; allo stesso modo i destinatari, in pari termine, possono inviare le loro controdeduzioni in merito.

In mancanza di accordo, le misure inibitorie previste dall’art. 8 del Regolamento prevedono la rimozione selettiva dell’opera digitale che viola il diritto d’autore o, in caso di violazioni massive, la disabilitazione dell’accesso ai contenuti.

È previsto che ove il sito che pubblica i contenuti lesivi sia ospitato su un server straniero, l’Agcom possa ordinare ai cd. provider mere conduit  (provider che svolgono attività di trasmissione su una rete di informazioni così come richieste dal destinatario e/o semplice accesso) la disabilitazione dell’accesso al sito.

La procedura sopra indicata prevede una durata massima di 35 giorni (procedura ordinaria) o abbreviata, con durata massima pari a 12 giorni.

Quest’ultimo caso opera unicamente quando la segnalazione è inoltrata da un’associazione di categoria (Anica o Siae), o se si è in presenza di una violazione  a scopo di lucro.

Al termine della procedura, il proprietario del provider considerato colpevole potrà comunque chiedere una ulteriore tutela avanti il Tar del Lazio.

È utile notare come nel Regolamento approvato in dicembre sia stata eliminata la procedura di notice and take down, che prevede preliminarmente la richiesta di rimozione direttamente al portale contenente il contenuto lesivo del diritto d’autore.

D’altra parte, non sono state previste, come nella speculare disciplina in applicazione negli Stati Uniti, delle conseguenze per chi segnala falsamente né una disciplina analoga a quella del Safe Harbour, più garantista per i provider.

Da ultimo, occorre evidenziare la procedura avanti l’Agcom è alternativa rispetto alla tutela richiesta ad un’Autorità Giudiziaria: la pendenza di un giudizio civile determina infatti l’impossibilità di applicazione della procedura prevista dal Regolamento.

14 gennaio 2014

(Andrea Visaggio – a.visaggio@lascalaw.com)

Print Friendly

Condividi su

Potrebbe interessarti anche
Mario Valentino vs. Valentino

Il mese scorso l’EUIPO (European Union Intellectual Property Office) ha pubblicato un discussion p...

Diritto d'autore

Il fornitore non è sempre responsabile del trattamento

Critto-anarchici e hacker neo-libertari di varia composizione ideologica, che sotto un male inteso v...

Diritto d'autore

Mario Valentino vs. Valentino

Il tema “comunicazione al pubblico” si arricchisce di un nuovo capitolo: quand’è che si concr...

Diritto d'autore

X