Il Manuale Utente delle comunicazioni oggettive

Il Manuale Utente delle comunicazioni oggettive

Le vacanze estive sono terminate anche per l’Unità di Informazione Finanziaria per l’Italia (“UIF”) che, in data 30 agosto 2019, ha pubblicato il “Manuale Utenteper le comunicazioni oggettive, ossia le comunicazioni mensili che devono essere trasmesse alla UIF relative a movimenti di denaro contante.

Lo scopo del Manuale Utente è quello di rendere più agevole e “pratico” l’adempimento di tale obbligo.

In particolare, il Manuale Utente precisa che le comunicazioni oggettive devono essere trasmesse mensilmente alla UIF in via telematica attraverso la rete internet mediante il portale Infostat-UIF, disponibile all’indirizzo https://infostat-uif.bancaditalia.it previa adesione al sistema di segnalazione online.

I soggetti tenuti all’invio di tali comunicazioni (i c.d. “segnalanti”) sono elencati all’art. 2 del Provvedimento della UIF del 28 marzo 2019 recante “Istruzioni in materia di comunicazioni oggettive”.

La trasmissione alla UIF delle comunicazioni oggettive è effettuata dal Responsabile Antiriciclaggio del segnalante ovvero dal responsabile del punto di contatto (il c.d. “Referente”). Tale soggetto è l’interlocutore della UIF per tutte le questioni attinenti alla trasmissione delle comunicazioni e per le eventuali richieste di informazioni. Il Referente può, altresì, abilitare, sotto la propria responsabilità, altre persone fisiche all’inserimento e alla trasmissione delle comunicazioni oggettive utilizzando le funzioni disponibili sul portale Infostat-UIF.

Le comunicazioni oggettive devono contenere i dati relativi alle operazioni in contante di importo pari o superiore a euro 10.000 eseguite nel corso del mese solare a valere su rapporti ovvero mediante operazioni occasionali, anche se realizzate attraverso più operazioni singolarmente pari o superiori a euro 1.000.

Le operazioni dovranno essere individuate considerando tutte le movimentazioni di denaro effettuate dal medesimo soggetto, in qualità di cliente o di esecutore. A tal proposito si precisa che le operazioni effettuate dall’esecutore sono imputate anche al cliente in nome e per conto del quale ha operato.

Le informazioni da trasmettere alla UIF, descritte in dettaglio nel documento “Informazioni e dati contenuti nelle comunicazioni oggettive” della UIF, devono essere inserite in un file in formato XML realizzato secondo le quanto dettato dal documento denominato “Istruzioni tecniche per l’inoltro delle comunicazioni oggettive in formato XML, emanato dalla UIF in data 28 marzo 2019, per l’inoltro delle comunicazioni oggettive in formato XML. Il file può essere inviato utilizzando la funzione Upload presente sul portale Infostat-UIF oppure in modalità Application to Application (“A2A”), invocando il Web Service esposto dalla piattaforma.

I segnalanti che intendano avvalersi della modalità di trasmissione automatica in A2A dovranno sviluppare delle procedure informatiche per richiamare il Web Service seguendo il “Manuale A2A Specifiche Web Services”.

Le comunicazioni relative ad un determinato mese potranno essere trasmesse a partire dal primo giorno del mese successivo e dovranno pervenire alla UIF entro il 15 del secondo mese successivo (ad esempio la comunicazione riferita ad operazioni effettuate nel mese di gennaio potranno essere trasmesse a partire dal 1° febbraio e dovranno pervenire entro il 15 marzo). Nel caso in cui il giorno 15 sia un festivo, la scadenza per l’invio è posticipata al primo giorno successivo non festivo.

Per quesiti di natura tecnico-informatica relativi alle modalità di registrazione e trasmissione delle comunicazioni oggettive è possibile inviare una e-mail alla casella: servizio.ops.oggettive@bancaditalia.it.

Claudio Saba – c.saba@lascalaw.com

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Print Friendly

Condividi su

Potrebbe interessarti anche
Ultime news dal Regolamento Mercati

È entrata in vigore ieri, 11 settembre, la Delibera Consob n. 21028 del 3 settembre 2019 (la “Del...

Vigilanza

Ultime news dal Regolamento Mercati

In data 26 agosto 2019, l’Autorità federale di vigilanza sui mercati finanziari svizzera (“FINM...

Vigilanza

Banca d’Italia sempre più in linea con l’UE su trasparenza e relazioni con la clientela

Con il Provvedimento del 30 luglio 2019, Banca d’Italia, all’esito di una consultazione aperta ...

Vigilanza