Corporate

Gli effetti della cancellazione delle società di capitali dal Registro Imprese

L’art. 2495 c.c. disciplina la cancellazione delle società di capitali dal registro imprese e la loro estinzione prevedendo, al comma 1°, che “approvato il bilancio finale di liquidazione, i liquidatori devono chiedere la cancellazione della società dal registro delle imprese.”.

Se, da un lato, quindi, con l’iscrizione nel registro imprese la società acquista personalità giuridica, dall’altro lato, con la cancellazione la stessa si estingue (“indipendentemente dall’esaurimento dei rapporti giuridici ad essa facenti capo”, come affermato in Cassazione, Sezioni Unite, 22 febbraio 2010, n. 4061, in Giust. Civ., 2010, 1648 – si vedano, sul punto, anche Cassazione, Sezioni Unite, 22 febbraio 2010, 4062 e Cassazione, Sezioni Unite, 22 febbraio 2010, n. 4060 –  e “nonostante via siano rapporti giuridici pendenti e ciò non viene meno nel caso di debiti di natura fiscale …(omissis) il socio risponde dei debiti sociali nella misura in cui abbia riscosso somme in base al bilancio finale di liquidazione”, come affermato in Cassazione, Sezione V, 16 maggio 2012, n.7676).

Premesso che per poter procedere all’iscrizione della cancellazione, il registro delle imprese deve verificare la sussistenza dei requisiti ex lege ovvero 1) l’approvazione del bilancio finale di liquidazione e 2) il compimento della liquidazione, in caso di iscrizione della cancellazione eseguita in assenza dei requisiti di legge, detta iscrizione deve essere cancellata ai sensi dell’art. 2191 c.c..

Il Giudice del Registro del Tribunale di Milano, con due sentenze, rispettivamente del 1° agosto  e del 21 novembre 2011 (in Giur. It, Aprile 2012, 841 e segg.), intervenuto sull’argomento, ha espressamente sancito che l’iscrizione della cancellazione di una società di capitali dal registro imprese è cancellabile d’ufficio: 1) ove la cancellazione sia avvenuta in assenza dei requisiti di legge, come nel caso in cui manchi o sia assolutamente “non congruo” il bilancio finale di liquidazione, e 2) qualora esistano in capo alla società dei cespiti attivi (i.e. sopravvivenze e/o sopravvenienze attive) non invece, qualora siano presenti passività non considerate nel bilancio finale di liquidazione (ipotesi, quest’ultima, ribadita con sentenza del Tribunale di Milano emessa il 20 febbraio 2012).

Tralasciando la prima ipotesi, perché già di per sé, di facile comprensione e condivisione, con riguardo alla seconda, invece, si rileva  che il Tribunale ha così statuito ritenendo inammissibile la cancellazione dell’iscrizione della precedente cancellazione nel caso in cui, al momento della richiesta di cancellazione, la società “presenti rapporti debitori pendenti ovvero in corso di accertamento giudiziale poiché in contrasto con il dispositivo dell’art. 2495 c.c.”.

Il Tribunale, infatti, ha ritenuto non completata la liquidazione qualora siano rinvenibili solo sopravvivenze attive (i.e. beni “sopravvissuti”alla liquidazione ovvero che risultano dal bilancio di liquidazione ma che non sono poi stati venduti ed il cui ricavato non è stato ripartito tra i soci) e/o sopravvenienze attive (i.e. beni e/o crediti che emergono solo dopo l’avvenuta liquidazione e che non risultano quindi dal bilancio finale di liquidazione). In caso di passività sopravvenute, infatti, i creditori sociali avrebbero già la possibilità ex lege (prevista dall’art. 2495 c.c.) di rifarsi contro gli ex soci – ai quali sa stato ripartito il patrimoniale sociale – o contro i liquidatori.

(Maria Giulia Furlanetto – m.furlanetto@lascalaw.com)

Print Friendly

Condividi su

Potrebbe interessarti anche
L’interesse è concreto. Se non ripeti, che interesse c’è?

Il comportamento dell’amministratore delegato non può andare esente da responsabilità ex art. 23...

Corporate

Collegio Sindacale: non indugiare, agisci!

Sulla Gazzetta Ufficiale n. 323 del 31 dicembre 2020 è stato pubblicato il D.L. n. 183 del 31 dicem...

Coronavirus

L’interesse è concreto. Se non ripeti, che interesse c’è?

L’esercizio del diritto di voto espresso in assemblea da parte di un soggetto al quale, pur dispon...

Corporate

X