L'indennità di occupazione è percepita dal Custode giudiziario

Gli atti del delegato si contestano solo col reclamo

Chi si oppone al verbale di aggiudicazione di un immobile, disposto dal professionista delegato nell’ambito di un’esecuzione forzata, può farlo solo con reclamo ai sensi art. 591 ter c.p.c.  e non col generico rimedio dell’opposizione agli atti esecutivi di cui all’art. 617 c.p.c.

Questa, la corretta interpretazione del nuovo art. 591 ter c.p.c., chiarita da un Giudice dell’esecuzione del Tribunale di Lamezia Terme, nella sua recente ordinanza di rigetto del 03/05/2017.

L’art. 591 ter c.p.c., alla luce soprattutto delle modifiche introdotte con d.l. 83/2015, conv. in l. 132/2015, dispone che le parti e gli interessati possano proporre reclamo con ricorso allo stesso giudice, avverso qualsiasi gli atti del professionista delegato, il quale provvede con ordinanza. Contro il provvedimento del giudice è, inoltre, ammesso il reclamo ai sensi dell’articolo 669-terdecies.

L’aspetto innovativo di tale ordinanza, inoltre, prevede che, se tuttavia i soggetti interessati o le parti prediligano la forma dell’opposizione agli atti esecutivi, il giudice potrà rilevare il vizio formale d’ufficio, quindi, anche in assenza di deduzioni sul punto articolate dalle difese dei creditori.

Quanto sopra, sarà comunque consentito, purché il ricorso si presti ad essere riqualificato proprio quale reclamo ai sensi dell’indicata disposizione normativa, in quanto possieda i requisiti di forma e sostanza necessari.

Inoltre, il conseguente provvedimento pronunciato dal giudice in sede di reclamo non avrà mera natura cautelare, inibitoria, interinale e provvisoria, bensì natura di ordinanza con cui accoglierà o rigetterà il ricorso anche nel merito, così incidendo direttamente ed immediatamente nel merito della stessa istanza e del corso dell’intera procedura esecutiva, non essendo previsto un separato giudizio di merito che segua la fase in questione.

Tribunale di Lamezia Terme, ordinanza del 3 maggio 2017  (leggi l’ordinanza)

Barbara Malteseb.maltese@lascalaw.com

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Print Friendly

Condividi su

Potrebbe interessarti anche
Il deposito cauzionale equivale a consegna materiale

Visto il perdurare sino al 30 giugno 2021 degli effetti della sospensione ex art. 54 ter del Decreto...

Diritto dell'Esecuzione Forzata

A volte ritornano: il conflitto di interessi dell’amministratore di società

L’ordinanza del Tribunale di Santa Maria Capua Vetere in commento, ottenuta dallo Studio nell’am...

Diritto dell'Esecuzione Forzata

L’inerzia dell’aggiudicatario paga!

Con la sentenza in commento, il Giudice dell’esecuzione del Tribunale di Chieti, chiamato a decide...

Diritto dell'Esecuzione Forzata

X