Ipoteca: tutto è immobile finché l’immobile rimane…immobile

Finanziamento e provvisoria esecuzione del decreto ingiuntivo

Il Tribunale di Roma, con ordinanza del 8 settembre 2021, affronta il tema della provvisoria esecuzione del decreto ingiuntivo nei giudizi che hanno ad oggetto un contratto di finanziamento.

Il Giudice afferma che il debitore deve formulare contestazioni specifiche in merito al rapporto contrattuale contestato e che il deposito in giudizio dell’estratto conto obbliga l’opponente a prendere posizione sul contenuto dello stesso.

La ragione è semplice.

Come statuisce il Tribunale, trattandosi di un contratto di finanziamento – e non di un conto corrente o di un’apertura in conto corrente – l’estratto conto svolge una funzione meramente rappresentativa del piano di ammortamento e dei pagamenti eseguiti dal debitore in corso di rapporto.

In tale cornice, dunque, l’onere di contestare l’estratto conto deve gravare proprio sul debitore, il quale ha interesse a far valere la sussistenza di pagamenti ulteriori rispetto a quelli registrati dalla società creditrice.

Questo, in dettaglio, è quanto che ha statuito il Tribunale: “l’estratto conto, non trattandosi di apertura di credito in conto corrente – nella quale il saldo debitore dipende dall’utilizzo flessibile del finanziamento fatto dal cliente ricavabile solo ex post dagli estratti conto – e non essendo contestata l’effettiva erogazione del finanziamento, ha una mera funzione rappresentativa del piano di ammortamento e dei pagamenti eseguiti dal debitore, e che pertanto, al di là della sua efficacia probatoria ex art. 50 TUB, è carico del debitore l’onere di formulare contestazioni specifiche e quello di allegare l’esistenza di pagamenti ulteriori oltre a quelli ivi risultanti”.

Per l’effetto, rilevato che il debitore non aveva sollevato difese specifiche in merito all’estratto conto, il Giudice ha concesso la provvisoria esecuzione del decreto ingiuntivo ai sensi dell’art. 648 c.p.c.

Trib. Roma, Ord., 8 settembre 2021

Carlo Giambalvo Zilli – c.zilli@lascalaw.com

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Print Friendly, PDF & Email

Condividi su

Potrebbe interessarti anche
La sentenza Lexitor non sposta i termini della decisione

L’Arbitro Bancario Finanziario torna a pronunciarsi in relazione al tema del rimborso degli inter...

Credito Al Consumo

Comunione legale, finché pignoramento non ci separi

“… la sentenza di Cass., 12 marzo 2014, n. 5705 […] ha rilevato che le esigenze di tutela del...

Credito Al Consumo

Ipoteca: tutto è immobile finché l’immobile rimane…immobile

“Per facilitare il sorgere di un efficiente mercato interno del credito al consumo è necessario ...

Credito Al Consumo

X