Contenzioso finanziario

Finanziamento e acquisto di titoli rischiosi: valido il contratto con la banca

Cass.,  21 settembre 2012, Sez. III, n. 16049

Massima: “Nell’ambito del negozio atipico con finalità di finanziamento somme e di acquisto titoli, pur dovendosi riconoscere il carattere sicuramente rischioso dell’intera operazione per il cliente, deve escludersi che detta convenzione negoziale rientri nella categoria degli strumenti aleatori con causa illecita o assente, che configurano la nullità radicale, considerato che la concessione di finanziamento agli investitori è espressamente prevista dall’ordinamento e dovendosi osservare che, di fronte all’assoluta mancanza di buona fede dell’intermediario finanziario, l’azione di nullità è assolutamente inidonea a perseguire la violazione dei relativi doveri di comportamento mentre utile può risultare l’azione di risoluzione del contratto.” (leggi la sentenza per esteso)

Print Friendly, PDF & Email

Condividi su

Potrebbe interessarti anche
L’informativa nel contratto

Il tipo di operatività in concreto è idoneo a tratteggiare il livello di esperienza dell’invest...

Contenzioso finanziario

Mark to market, sei elemento essenziale e determinabile?

Il 1° ottobre 2021 sono entrate in vigore le modifiche apportate al Regolamento ACF con la Deliber...

Contenzioso finanziario

Mark to market, sei elemento essenziale e determinabile?

Con la pronuncia in commento, resa all’esito di un giudizio patrocinato dal nostro Studio, la Cor...

Contenzioso finanziario

X