Contenzioso finanziario

Finanziamento e acquisto di titoli rischiosi: valido il contratto con la banca

Cass.,  21 settembre 2012, Sez. III, n. 16049

Massima: “Nell’ambito del negozio atipico con finalità di finanziamento somme e di acquisto titoli, pur dovendosi riconoscere il carattere sicuramente rischioso dell’intera operazione per il cliente, deve escludersi che detta convenzione negoziale rientri nella categoria degli strumenti aleatori con causa illecita o assente, che configurano la nullità radicale, considerato che la concessione di finanziamento agli investitori è espressamente prevista dall’ordinamento e dovendosi osservare che, di fronte all’assoluta mancanza di buona fede dell’intermediario finanziario, l’azione di nullità è assolutamente inidonea a perseguire la violazione dei relativi doveri di comportamento mentre utile può risultare l’azione di risoluzione del contratto.” (leggi la sentenza per esteso)

Print Friendly

Condividi su

Potrebbe interessarti anche
Mark to market, sei elemento essenziale e determinabile?

La banca non risponde in solido con il promotore finanziario che opera al suo interno, per il danno ...

Contenzioso finanziario

L’informativa nel contratto

La decisione in esame riguarda un caso di opposizione alla irrogazione di una sanzione da parte dell...

Contenzioso finanziario

Mark to market, sei elemento essenziale e determinabile?

Con una recente sentenza, il Tribunale di Bergamo compone un altro tassello nell’inquadramento dog...

Contenzioso finanziario

X