Contenzioso finanziario

Finanziamento e acquisto di titoli rischiosi: valido il contratto con la banca

Cass.,  21 settembre 2012, Sez. III, n. 16049

Massima: “Nell’ambito del negozio atipico con finalità di finanziamento somme e di acquisto titoli, pur dovendosi riconoscere il carattere sicuramente rischioso dell’intera operazione per il cliente, deve escludersi che detta convenzione negoziale rientri nella categoria degli strumenti aleatori con causa illecita o assente, che configurano la nullità radicale, considerato che la concessione di finanziamento agli investitori è espressamente prevista dall’ordinamento e dovendosi osservare che, di fronte all’assoluta mancanza di buona fede dell’intermediario finanziario, l’azione di nullità è assolutamente inidonea a perseguire la violazione dei relativi doveri di comportamento mentre utile può risultare l’azione di risoluzione del contratto.” (leggi la sentenza per esteso)

Print Friendly

Condividi su

Potrebbe interessarti anche
Comunione legale, finché pignoramento non ci separi

“Deve qualificarsi come errore materiale di una sentenza, suscettibile di correzione, quello che r...

Contenzioso finanziario

Mark to market, sei elemento essenziale e determinabile?

Diverse conferme giungono dalla Corte d’Appello di Venezia in tema di necessaria specificità del ...

Contenzioso finanziario

Polizza Linked, tra normativa applicabile ed onere dell’attore in giudizio

Con la sentenza in esame, il Tribunale di Verona offre uno spunto di riflessione in materia di contr...

Contenzioso finanziario

X