Il fornitore non è sempre responsabile del trattamento

Il fideiussore del fallito può impugnare lo stato passivo?

Il fideiussore dell’imprenditore fallito non è attivamente legittimato alle impugnazioni allo stato passivo di cui all’art. 98 l.fall., atteso che, da un lato, la sua posizione è accessoria a quella del debitore principale, a sua volta privo di interesse a veder ridotta la consistenza del proprio passivo, e, dall’altro, è estraneo alle ragioni sottostanti all’ammissione dei crediti e, quindi, alla stessa formazione dello stato passivo.

E’ quanto stabilito dalla Suprema Corte, che con sentenza pubblicata in data 7/01/2016, ha ritenuto inammissibile l’impugnazione dello stato passivo promossa dal fideiussore del fallito.

Ciò sotto un duplice aspetto; da un lato, legittimare l’impugnazione allo stato passivo da parte del fideiussore, significherebbe porsi in contrasto con la stessa legge fallimentare che la consente solo al curatore e ai creditori, e non anche al fallito.

Dall’altro, il fideiussore ha una posizione accessoria rispetto al fallito, tale per cui non essendo quest’ultimo legittimato a veder ridotta la consistenza del proprio passivo (legittimazione attribuita in sua vece al curatore), si esclude che tale legittimazione possa sussistere in capo al fideiussore.

Ne consegue che, il fideiussore è estraneo alle ragioni sottostanti all’ammissione dei crediti, e dunque,anche, alla formazione stessa dello stato passivo.

Di qui la conclusione che il fideiussore del fallito non sia legittimato a proporre impugnazione allo stato passivo, stante sia la sua posizione di accessorietà rispetto al debitore principale che la sua estraneità agli interessi sottostanti all’ammissione dei crediti.

Cassazione, sez. VI, 07/01/2016, n. 119

Luigia Cassotta – l.cassotta@lascalaw.com

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Print Friendly

Condividi su

Potrebbe interessarti anche
Not in my name: il falsus procurator di società di capitali

La Corte di Cassazione ha enunciato dei principi di diritto fondamentali in materia fallimentare e p...

Crisi e procedure concorsuali

Ipoteca: tutto è immobile finché l’immobile rimane…immobile

Con l’ordinanza in commento, la Corte di Cassazione ha rigettato il ricorso proposto da una societ...

Crisi e procedure concorsuali

Accertamento dell’insolvenza: fatti diversi…sentenza diversa!

Il Tribunale di Catania, chiamato a pronunciarsi sulla richiesta di una società di concessione di u...

Crisi e procedure concorsuali

X