Indeterminatezza del tasso, il contratto è comunque salvo

Fideiussione omnibus: natura, eccezione di nullità e onere della prova

Il Tribunale di Pistoia, con la pronuncia in commento, emessa a conclusione di un giudizio di opposizione a decreto ingiuntivo, ha riconosciuto la natura di vere e proprie fideiussioni omnibus e non di contratti autonomi di garanzia alle garanzie rilasciate dagli opponenti, tornando a chiarire i rispettivi elementi costitutivi.

Inoltre, ha ritenuto infondata per difetto di prova l’eccezione di nullità della fideiussione omnibus per violazione della normativa antitrust.

Il tribunale di merito ha richiamato la nota sentenza della Suprema Corte di Cassazione a Sezioni Unite (n. 3947/2010), la quale ha affermato che la clausola di pagamento “a prima richiesta e senza eccezioni” vale di per sé a qualificare il negozio come contratto autonomo di garanzia (cd. Garantievertrag), in quanto incompatibile con il principio di accessorietà che caratterizza il contratto di fideiussione, salvo quando vi sia un’evidente discrasia rispetto all’intero contenuto della convenzione negoziale.

Nel caso di specie, tuttavia, la predetta clausola e il carattere autonomo della garanzia non rilevava dal dato testuale (che si riferiva chiaramente alla figura della fideiussione), né dalla disciplina dell’escussione della garanzia secondo cui il fideiussore è tenuto a pagare immediatamente alla Banca, a semplice richiesta, non limitando in alcun modo le eccezioni da questo opponibili. Qualora si dovesse ritenere dubbia l’interpretazione del testo, dovrebbe comunque preferirsi l’opzione per la natura di fideiussione, quale fattispecie tipica, diversamente dalla garanzia autonoma, alla quale si deve presumere indirizzata la volontà delle parti.

Riguardo alla nullità delle fideiussioni omnibus redatta secondo lo schema ABI-2003 per violazione della normativa antitrust, il Tribunale ha rilevato che è onere del cliente produrre in giudizio la copia del contratto di fideiussione impugnato e la copia del provvedimento della Banca d’Italia reso nel 2005 che, al pari di tutti gli atti amministrativi non è autonomamente conoscibile dal Giudice per scienza privata, né può essere acquisito secondo il principio iura novit curia.

Sulla base di tale assunto, e stante la mancata produzione in giudizio della predetta documentazione, il Giudice ha respinto la domanda di nullità sollevata dagli opponenti confermando il decreto ingiuntivo opposto.

Tribunale di Pistoia, 28 Settembre 2021

Carlotta Gioli – c.gioli@lascalaw.com

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Print Friendly, PDF & Email

Condividi su

Potrebbe interessarti anche
European Banking Authority: servizi finanziari a distanza e tutela del consumatore

Il Tribunale di Catanzaro, con una recente sentenza, ha rigettato le contestazioni formulate nei co...

Contratti Bancari

Fideiussore legale rappresentante della Società garantita

Per il Tribunale di Napoli Nord la società ricorrente non ha diritto alla stipula del contratto di...

Contratti Bancari

Indeterminatezza del tasso, il contratto è comunque salvo

Nei rapporti di collaborazione continuativa a tempo indeterminato il recesso ad nutum costituisce u...

Contratti Bancari

X