European Banking Authority: servizi finanziari a distanza e tutela del consumatore

Fideiussione omnibus: il provvedimento di Banca d’Italia non è prova privilegiata

In attesa che si pronuncino le Sezioni Unite sulle sorti delle fideiussioni omnibus rilasciate a favore degli Istituti di Credito, i Tribunali continuano a fare giurisprudenza sul punto.

Molto interessante è una recentissima sentenza del Tribunale di Milano emessa a conclusione di un giudizio di opposizione a decreto ingiuntivo, seguito dal nostro studio, con la quale il giudice ha ritenuto infondata l’eccezione di nullità per violazione della normativa antitrust della fideiussione ominibus sottoscritta dagli opponenti, confermando il decreto opposto.

Nello specifico, il Tribunale, rilevato che gli opponenti hanno invocato la nullità della fideiussione omnibus per violazione della normativa antitrust in forza del provvedimento di Banca d’Italia n. 55/2005, ha escluso che tale provvedimento possa costituire prova privilegiata del fatto che a dieci anni di distanza (la fideiussione oggetto del giudizio è del 2017) dalla sua adozione sussistesse ancora un’applicazione uniforme da parte delle banche di modelli contrattuali contenenti le clausole che la Banca d’Italia ha ritenuto concretizzare un’intesa illecita.

Dunque, secondo il Giudice, la garanzia omnibus azionata in monitorio non avrebbe potuto essere prova di un utilizzo generalizzato e uniforme dello stesso testo di un accertamento risalente al settembre 2004, atteso che “Quand’anche le clausole siano presenti nella garanzia rilasciata dagli ingiunti, ciò dimostra solo che la banca creditrice non ha ancora dato seguito al provvedimento di Banca d’Italia, ma nulla prova circa la condotta delle altre banche e soprattutto in ordine alla esistenza di un’applicazione uniforme di quello schema, la cui prova sarebbe necessaria ai fini della eccepita nullità.”

 Sulla base di tale assunto, il Giudice ha, dunque, respinto la domanda di nullità sollevata da parte attrice, in mancanza della prova di una applicazione uniforme nel 2017 da parte delle banche di un modello di fideiussione omnibus identico a quello sanzionato dalla Banca d’Italia.

Trib. Milano, 30 settembre 2021

Maria Francesca Mazzeo – m.mazzeo@lascalaw.com

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Print Friendly, PDF & Email

Condividi su

Potrebbe interessarti anche
European Banking Authority: servizi finanziari a distanza e tutela del consumatore

Il Tribunale di Catanzaro, con una recente sentenza, ha rigettato le contestazioni formulate nei co...

Contratti Bancari

Fideiussore legale rappresentante della Società garantita

Per il Tribunale di Napoli Nord la società ricorrente non ha diritto alla stipula del contratto di...

Contratti Bancari

Indeterminatezza del tasso, il contratto è comunque salvo

Nei rapporti di collaborazione continuativa a tempo indeterminato il recesso ad nutum costituisce u...

Contratti Bancari

X