Crisi e procedure concorsuali

Fallimenti, al curatore va liquidato a parte il compenso come custode del sequestro giudiziario

Cass., 25 novembre 2011, Sez. I, n. 24959

Massima non ufficiale: "Al custode di una società sottoposta a sequestro giudiziario, su istanza del Fallimento di cui è curatore, va liquidato il compenso per l'attività prestata in qualità di custode in via autonoma e indipendente rispetto al compenso spettantigli in qualità di curatore."  (leggi la sentenza per esteso)

Nella fattispecie considerata, secondo la Suprema Corte, non trova applicazione l'art. 522, secondo comma, c.p.c., ai sensi del quale nessun compenso può attribuirsi al custode se questi è una delle persone indicate all'art. 521, primo comma, c.p.c., ossia, il creditore, il suo coniuge, il debitore o una delle persone della sua famiglia con lui conviventi Ciò in quanto il curatore, non solo, per espressa previsione legislativa, è mero amministratore del patrimonio fallimentare (art. 31 l.f.), soggetto alla vigilanza del giudice delegato, ma, secondo l'orientamento dottrinario prevalente, non rappresenta né sostituisce i creditori o il fallito, assumendo la posizione di soggetto imparziale che opera nell'interesse generale.

Ne consegue che il custode di una società sottoposta a sequestro giudiziario, su istanza del Fallimento di cui è curatore, è legittimato ad ottenere la liquidazione delle indennità dovutegli per l'opera prestata, indipendentemente dalla remunerazione che gli spetta quale amministratore del patrimonio del creditore sequestrante.

(Martina Pedrazzoli – m.pedrazzoli@lascalaw.com)
 

Print Friendly

Condividi su

Potrebbe interessarti anche
Contratto preliminare e fallimento del promittente venditore

La giurisprudenza continua a fissare le tessere mancanti del grande mosaico del sovraindebitamento, ...

Crisi e procedure concorsuali

Ipoteca: tutto è immobile finché l’immobile rimane…immobile

Il recente protocollo siglato tra la Sezione Fallimentare del Tribunale di Milano e la Procura della...

Crisi e procedure concorsuali

Accertamento dell’insolvenza: fatti diversi…sentenza diversa!

Una società in nome collettivo e i suoi due soci illimitatamente responsabili proponevano ricorso i...

Crisi e procedure concorsuali

X