Crisi e procedure concorsuali

Esistenza del credito e istanza di fallimento

App. Aquila, 14 febbraio 2012

Massima: “Nel procedimento pre-fallimentare, l’esistenza e la titolarità del diritto di credito dell’istante costituiscono i presupposti per la legittimazione alla presentazione del ricorso per la dichiarazione di fallimento, ed in caso di contestazioni da parte del debitore, il Tribunale deve pronunciarsi incidenter tantum, in base ad una valutazione probabilistica e prudenziale del credito, con la conseguenza che, in caso di disconoscimento della sottoscrizione del titolo dal quale la pretesa del richiedente deriva, non può avere luogo il giudizio di verificazione dell’autenticità della firma.”

Print Friendly, PDF & Email

Condividi su

Potrebbe interessarti anche
responsabilità degli amministratori

Cari Lettori, nella Gazzetta Ufficiale n. 202 del 24 agosto 2021 è stato pubblicato il D.L...

Crisi e procedure concorsuali

“Qualora una banca intenda far valere un credito derivante da un rapporto di conto corrente deve ...

Crisi e procedure concorsuali

Contratto preliminare e fallimento del promittente venditore

È importante per i creditori capire quando un debitore possa ricorrere all’istituto dell’esdeb...

Crisi e procedure concorsuali

X