Crisi e procedure concorsuali

Esdebitazione: rispetto del principio del contraddittorio nei confronti di tutti i creditori ammessi al passivo

Tribunale di Udine, 18 maggio 2012.

Massima: Ai fini della concessione del beneficio dell’esdebitazione, devono essere sentiti tutti i creditori ammessi al passivo e non integralmente soddisfatti non solo nell’ipotesi in cui il relativo ricorso sia presentato dal debitore dopo la chiusura del fallimento, ma altresì nell’ipotesi in cui la suddetta richiesta sia avanzata, seppur in corso di procedura, successivamente alla presentazione ed approvazione del rendiconto finale del curatore; solo in tal modo, consentendo ai creditori di interloquire sull’istanza, si può ritenere infatti rispettato il principio del contraddittorio e della tutela dei diritti soggettivi riconducibili a tale categoria di creditori

 

Print Friendly

Condividi su

Potrebbe interessarti anche
Not in my name: il falsus procurator di società di capitali

Quando la società è in stato di liquidazione, sulla base di quali criteri il giudice deve effettua...

Crisi e procedure concorsuali

Ipoteca: tutto è immobile finché l’immobile rimane…immobile

Un’opportunità di chiarezza circa le differenze intercorrenti tra due istituti giuridici: la revo...

Crisi e procedure concorsuali

Accertamento dell’insolvenza: fatti diversi…sentenza diversa!

Una recente pronuncia del Tribunale di Lecco chiarisce nuovamente le condizioni di ammissibilità al...

Crisi e procedure concorsuali

X