Diritto Processuale Civile

Effetti della notifica della citazione a persona deceduta

Cass., 6 giugno 2013, Sez. I, n. 14360 (leggi la sentenza per esteso)

La sentenza in oggetto ha confermato quanto già più volte dichiarato dalla giurisprudenza, ovvero che l’atto di citazione introduttivo di un giudizio, notificato a persona già deceduta, è inficiato da inesistenza giuridica.

Infatti, poiché la capacità giuridica si estingue con la morte della persona fisica, ne discende che la notificazione eseguita al deceduto determina il venir meno dei “presupposti necessari per produrre l’effetto di certezza giuridica, costituente lo scopo del giudicato“.

Da ciò consegue che qualora, nonostante l’inesistenza della notifica iniziale, il giudizio sia proseguito, sono affette da nullità insanabile, sia la sentenza di primo grado, sia quella di appello, e la relativa invalidità può essere rilevata d’ufficio in qualunque stato e grado del procedimento.

(Simona Daminelli – s.daminelli@lascalaw.com)

Print Friendly

Condividi su

Potrebbe interessarti anche
Regolamento di giurisdizione e Pubblica Amministrazione

In caso di mancata partecipazione del procuratore di una parte all’udienza di precisazione delle c...

Diritto Processuale Civile

Controparte perdente rimborsa consulenza vincente

Con la legge 18 dicembre 2020, n. 176 di conversione, con modificazioni, del D.L. 28 ottobre 2020, n...

Diritto Processuale Civile

Regolamento di giurisdizione e Pubblica Amministrazione

Il provvedimento di liquidazione delle spese dell’esecuzione implica un accertamento meramente str...

Diritto Processuale Civile

X