Contratti Bancari

E’ legittima la commissione di massimo scoperto applicata sino al 2009

Secondo il più recente orientamento del Tribunale di Milano, la commissione di massimo scoperto applicata ai conti correnti aperti in data anteriore al primo intervento legislativo in materia (ovvero la legge 2/09), ove espressamente pattuita, anche con l’indicazione della relativa misura, deve ritenersi legittima.

Infatti, proprio in un caso seguito dallo Studio, il Tribunale di Milano, con sentenza n. 12806/12, ha dichiarato che anteriormente alla riforma, detto onere era destinato a remunerare la banca per la integrale e immediata messa a disposizione dei fondi in favore del cliente.

Tale decisione ha trovato recente conferma anche nella sentenza del 27/03/2013, sempre del foro milanese.

(Simona Daminelli – s.daminelli@lascalaw.com)

Print Friendly, PDF & Email

Condividi su

Potrebbe interessarti anche

La legge 23 luglio 2021, n. 106, di conversione con modifiche del c.d. decreto “Sostegni bis...

Contratti Bancari

Indeterminatezza del tasso, il contratto è comunque salvo

Recentemente, la Corte d’Appello di Venezia, ha rigettato le contestazioni formulate dagli appell...

Contratti Bancari

Chi è onerato della prova non usi gli scalari

Variabilità del tasso, presunta usurarietà degli interessi moratori ed accessorietà di cui alla ...

Contratti Bancari

X