Vado a stare da papà

Divisione ereditaria valida anche se vi è un soggetto non erede

La Cassazione ha stabilito che la mancanza della qualità di coerede in capo ad un soggetto al momento dell’apertura della successione del de cuius , essendo all’epoca a questo legato da rapporto di affiliazione e non già di adozione, non impediva agli altri coeredi, nell’esercizio della loro autonomia negoziale, di pattuire lo scioglimento della comunione ereditaria attribuendo una quota della stessa anche a quel soggetto non erede.

Infatti, in questo caso si è dato luogo non ad una vera e propria divisione, per la cui validità era necessaria soltanto la sottoscrizione dei reali coeredi, ma ad un contratto plurilaterale, comunque vincolante ed efficace fra i contraenti.

Cass., Sez. II, 4 maggio 2016, n. 8919 (leggi la sentenza)

Walter Pirracchiow.pirracchio@lascalaw.com

Print Friendly

Condividi su

Potrebbe interessarti anche
L’assenza di preventivo non esclude il diritto al compenso dell’avvocato

Se il chiamato all’eredità ha provveduto al pagamento di un verbale per alcune violazioni stradal...

Successioni

Per i debiti del de cuius verso il il proprio avvocato rispondono, di norma, gli eredi che pagherann...

Successioni

Vado a stare da papà

La Corte di Cassazione ha sottolineato come la nullità del legato per indeterminatezza del legatari...

Successioni

X