Vado a stare da papà

Divisione ereditaria valida anche se vi è un soggetto non erede

La Cassazione ha stabilito che la mancanza della qualità di coerede in capo ad un soggetto al momento dell’apertura della successione del de cuius , essendo all’epoca a questo legato da rapporto di affiliazione e non già di adozione, non impediva agli altri coeredi, nell’esercizio della loro autonomia negoziale, di pattuire lo scioglimento della comunione ereditaria attribuendo una quota della stessa anche a quel soggetto non erede.

Infatti, in questo caso si è dato luogo non ad una vera e propria divisione, per la cui validità era necessaria soltanto la sottoscrizione dei reali coeredi, ma ad un contratto plurilaterale, comunque vincolante ed efficace fra i contraenti.

Cass., Sez. II, 4 maggio 2016, n. 8919 (leggi la sentenza)

Walter Pirracchiow.pirracchio@lascalaw.com

Print Friendly, PDF & Email

Condividi su

Potrebbe interessarti anche

La pronuncia di condanna contenuta nella sentenza di accoglimento della domanda di riduzione della q...

Successioni

Vado a stare da papà

Con una recentissima ordinanza la VI sezione civile della Cassazione ha respinto la richiesta di un ...

Successioni

Costruzione di nuovi edifici: la relazione energetica non vincola l’appaltatore

Una recente ordinanza della Corte di Cassazione prende le mosse da un ricorso proposto avverso una s...

Successioni

X