Disconoscimento e legittimo affidamento

Disconoscimento e legittimo affidamento

In tema di disconoscimento della sottoscrizione apposta ad un contratto, il fatto che il presunto contraente abbia consegnato all’altra parte documentazione personale – quale copia di documenti reddituali, patente, buste paga – ingenera un legittimo e fondato affidamento sulla sua volontà di sottoscrivere il contratto e farne propri gli effetti negoziali.

Nel caso affrontato dalla decisione in commento, un consumatore, solo in sede di opposizione a decreto ingiuntivo, disconosceva la firma apposta ad un contratto di finanziamento. La società cessionaria del credito, in sede di costituzione in giudizio, sottolineava che il comportamento tenuto dall’opponente era del tutto contrario ed inconciliabile con il disconoscimento operato, che doveva essere dichiarato inammissibile.

Ciò in quanto: (i) il consumatore aveva ricevuto la comunicazione di cessione del credito a mezzo raccomandata e non aveva mai svolto alcuna contestazione; (ii) la società erogante il prestito aveva ottenuto copia di documenti personali del consumatore, tra cui patente, busta paga e codice fiscale.

Il Giudice, sulla scorta di tali elementi, ha accolto le difese della società opposta, affermando che “per impedire l’operatività del principio dell’apparenza del diritto, spettava alla sig.ra … allegare e provare l’assenza di colpa in relazione alla consegna al congiunto (e, comunque alla materiale disponibilità da parte di questi) della documentazione de qua, strettamente personale ed obiettivamente idonea ad ingenerare nel terzo la convinzione della riconducibilità alla volontà della sig.ra … dell’assunzione del ruolo di coobbligata nell’ambito del prestito concesso”.

Per tale motivo, il disconoscimento delle sottoscrizioni è stato respinto in quanto inammissibile e “irrilevante ai fini della decisione, risultando così inutile procedere con la verificazione della autenticità della firma”.

Tribunale di Monza, 15 marzo 2019, n. 613

Carlo Giambalvo Zilli – c.zilli@lascalaw.com

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Print Friendly

Condividi su

Potrebbe interessarti anche
Disconoscimento e legittimo affidamento

La Corte di Cassazione, con ordinanza n. 2543, ha statuito che i decreti ministeriali, in quanto att...

Credito Al Consumo

Disconoscimento e legittimo affidamento

Il Tribunale di Agrigento si è recentemente pronunciato in tema di comprensibilità delle clausole ...

Credito Al Consumo

Disconoscimento e legittimo affidamento

Il Tribunale di Vicenza ha chiarito che anche nei contenziosi relativi a contratti di cessione del q...

Credito Al Consumo