European Banking Authority: servizi finanziari a distanza e tutela del consumatore

Disconoscimento ex art. 2719 c.c.: trova le differenze!

Il Tribunale di Matera, con una recentissima ordinanza, indica i presupposti di ammissibilità del disconoscimento ex art. 2719 c.c..

Nel caso di specie un consumatore proponeva opposizione a decreto ingiuntivo formulando, tra le varie eccezioni, anche il disconoscimento della conformità della copia del contratto di finanziamento rispetto all’originale prodotta nel fascicolo monitorio.

Il Giudice, a scioglimento della riserva assunta alla prima udienza e letti gli atti delle parti, si è espresso in tal senso: “considerato, infatti, che il disconoscimento della conformità all’originale dei contratti di finanziamento prodotti in copia dalla parte opposta, oltre a non essere stato effettuato in modo chiaro e specifico, non contiene un’articolata dichiarazione di diversità della copia all’originale, non avendo l’opponente indicato in quali parti la copia sarebbe diversa dall’originale; inoltre, esso non appare coerente con la linea difensiva adottata, poiché l’opponente, dopo aver genericamente effettuato il disconoscimento in esame, ha proposto eccezioni relative al merito del rapporto di credito che invece non avrebbe avuto alcun interesse a sollevare se non avesse effettivamente assunto l’obbligo di pagamento; (…) P.Q.M. – visto l’art. 648 c.p.c., concede l’esecuzione provvisoria del decreto ingiuntivo opposto”.

Alla luce del provvedimento in esame, pertanto, affinché il disconoscimento di un documento prodotto in copia rispetto all’originale ai sensi dell’art. 2719 c.c. sia validamente operato, occorre che l’interessato: i) indichi in maniera precisa e dettagliata le differenze che ritiene sussistere tra la copia e l’originale del medesimo documento; ii) non si dilunghi in eccezioni di merito. E invero, anche le ulteriori argomentazioni formulate in citazione sono valutabili ai fini dell’ammissibilità del disconoscimento stesso.

Trib. Matera, Ord., 23 aprile 2021, n. 432

Antonella Scotellaro – a.scotellaro@lascalaw.com

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Print Friendly, PDF & Email

Condividi su

Potrebbe interessarti anche
European Banking Authority: servizi finanziari a distanza e tutela del consumatore

Il dibattito giurisprudenziale accesosi a seguito dell’ormai nota sentenza c.d. “Lexitor” si ...

Credito Al Consumo

Chi è onerato della prova non usi gli scalari

“Dai documenti in atti ed in ragione dell'allegato al contratto di cessione prodotto la posizione...

Credito Al Consumo

Comunione legale, finché pignoramento non ci separi

In un giudizio di opposizione a decreto ingiuntivo seguito dal nostro studio, l’opponente ha chies...

Credito Al Consumo

X