Diritto Processuale Civile

Disconoscimento di firma: Inammissibile se il contratto di finanziamento ha avuto un principio di esecuzione

Tribunale di Perugia, ordinanza 16 maggio 2014 (leggi la ordinanza per esteso)

E’ quanto affermato dal Tribunale di Perugia con ordinanza emessa in data 16.05.2014.

Il Giudice adito, infatti, sciogliendo la riserva assunta all’udienza del 03.03.2014, ha concesso la provvisoria esecutività del decreto ingiuntivo concesso in favore di una delle società Finanziare Clienti dello studio, poiché il contratto di finanziamento, per il quale era intervenuto il disconoscimento delle firme, aveva avuto un principio di esecuzione.

In particolare, il Giudice ha rilevato che “l’attuale opponente ha negato la sottoscrizione del contratto, ma non l’accredito delle somme relative al finanziamento che, dalla documentazione allegata, risulta affettivamente erogato (doc. 1 fascicolo opposta)”, e che “del predetto finanziamento risultano pagate integralmente ben 11 rate, mal conciliandosi tale circostanza con la dichiarata estraneità dell’opponente al contratto di finanziamento”.

Detta ordinanza, come noto, si inserisce nel solco già tracciato dalla giurisprudenza di altri Tribunali, in passato investiti della stessa questione: “la ratio del potere conferito alla parte dall’art. 214 c.p.c., di disconoscere la scrittura prevista presuppone che la stessa non sia già stata riconosciuta, sia pure tacitamente; pertanto, qualora la parte, prima del giudizio, abbia dato volontaria esecuzione al documento, il successivo disconoscimento giudiziale deve ritenersi inammissibile, trattandosi di comportamento logicamente incompatibile con quello precedente” (Cfr. Trib, Cremona 15.09.1989, in R. di proc. 91,594. Nello stesso senso anche Trib. Pordenone, 19 agosto 2009, n. 776).

In definitiva, possiamo senz’altro dire che se il contratto ha avuto un principio di esecuzione, il disconoscimento delle sottoscrizioni ivi apposte risulta ontologicamente incompatibile con la ratio dell’istituto, e quindi inammissibile in giudizio.

26 maggio 2014

(Francesco Concio – f.concio@lascalaw.com)

Print Friendly

Condividi su

Potrebbe interessarti anche
Controparte perdente rimborsa consulenza vincente

Il caso posto all’attenzione del Tribunale di Mantova pone l’accento sull’applicazione dell’...

Diritto Processuale Civile

Regolamento di giurisdizione e Pubblica Amministrazione

“L’inserimento del ISC nel contratto e nel documento di sintesi assolve ad una funzione merament...

Diritto Processuale Civile

Controparte perdente rimborsa consulenza vincente

In materia di notificazioni al difensore, a seguito dell’introduzione del domicilio digitale, cor...

Diritto Processuale Civile

X