Diritto dell'Esecuzione Forzata

Detenzione dell’immobile pignorato in base a titolo non opponibile alla procedura

Cass., 16 gennaio 2013, Sez. III, n. 924

Massima: “Nell’ipotesi di detenzione di un immobile pignorato in forza di un titolo non opponibile alla procedura esecutiva, ai sensi dell’art. 2913 c.c. (nella specie preliminare di vendita successivo alla trascrizione del pignoramento del bene), è configurabile, in favore del custode giudiziario autorizzato ad agire in giudizio – quale organo pubblico della procedura esecutiva, ausiliare del Giudice – un danno risarcibile, che deriva dall’impossibilità di una proficua utilizzazione del bene pignorato e dalla difficoltà che il bene sia venduto, quanto prima, al suo effettivo valore di mercato; risarcimento sul quale si estende il pignoramento, quale frutto, ex art. 2912 c.c.” (leggi la sentenza per esteso)

Print Friendly, PDF & Email

Condividi su

Potrebbe interessarti anche
A volte ritornano: il conflitto di interessi dell’amministratore di società

Cari lettori, come noto lo scorso 21 settembre il Senato ha approvato il maxiemendamento present...

Diritto dell'Esecuzione Forzata

La rivincita del promissario acquirente

Quando è scaduto il termine per introdurre la fase di merito all'opposizione esecutiva, la parte p...

Diritto dell'Esecuzione Forzata

Il deposito cauzionale equivale a consegna materiale

La Corte di Cassazione ha osservato che l’inottemperanza al termine fissato dal giudice dell’es...

Diritto dell'Esecuzione Forzata

X