Diritto Processuale Civile

Contestata la esecutorieta’ del decreto ingiuntivo. E’ opposizione agli atti esecutivi

Cass., 2 settembre 2013, Sez. III, n. 20052 (leggi la sentenza per esteso)

La quaestio giuridica da cui trae origine la sentenza n. 20052 pronunciata dalla Sez. III  Civile della Corte di Cassazione, depositata il 2 settembre 2013, è la contestata violazione, in sede di giudizio di opposizione all’esecuzione, così qualificata, della disposizione normativa contenuta nell’art. 654, comma 2, del codice di rito, laddove si statuisce: “nel precetto deve farsi menzione del provvedimento che ha disposto l’esecutorietà e dell’apposizione della formula”. Sulla scorta di tale assunto, il Tribunale di Trani, sez. distac. di Canosa di Puglia, ha accolto l’opposizione e dichiarato nullo l’atto di precetto.

Quanto sopra viene apertamente sovvertito dalla Suprema Corte, la quale torna sull’annosa querelle circa l’effettiva identificazione delle ipotesi sussumibili nella figura dell’opposizione all’esecuzione ovvero in quella agli atti esecutivi.

Invero, il caso prospettato rievoca la differenza sostanziale che intercorre tra l’an ed il quomodo dell’esecuzione, che condiziona la possibilità di usufruire dell’uno piuttosto che dell’altro rimedio e gli Ermellini non perdono l’occasione per ribadire che: “in materia di esecuzione forzata, il criterio distintivo fra l’opposizione all’esecuzione e l’opposizione agli atti esecutivi si individua considerando che, con la prima, si contesta l’an dell’esecuzione, cioè il diritto della parte istante di procedere ad esecuzione forzata per difetto originario o sopravvenuto del titolo esecutivo ovvero – nell’esecuzione per espropriazione – della pignorabilità dei beni, mentre, con la seconda, si contesta solo la legittimità dello svolgimento dell’azione esecutiva attraverso il processo, deducendosi l’esistenza di vizi formali degli atti compiuti o dei provvedimenti adottati nel corso del processo esecutivo e di quelli preliminari all’azione esecutiva”. Pertanto, giudicano errata la decisione del Tribunale di Trani laddove qualifica in termini di opposizione all’esecuzione la doglianza con la quale il debitore mette in dubbio la regolarità formale degli atti notificatigli, ovvero la presunta mancata menzione nell’atto di precetto dell’apposizione della formula relativa al  titolo esecutivo azionato. Tale titolo, peraltro, nel caso di specie è costituito non già dal decreto ingiuntivo originario, successivamente opposto, bensì dalla sentenza con la quale era stata parzialmente accolta l’opposizione a decreto ingiuntivo sollevata dalla parte debitrice.

Tale ultimo profilo, poi, ha consentito alla Suprema Corte di smentire l’ulteriore motivo di doglianza rappresentato dal ricorrente, che lamentava la mancata conferma, nella sentenza conclusiva del giudizio di opposizione a decreto ingiuntivo, di quanto statuito in quest’ultimo. Il che inficiava ancora una volta la validità dell’atto di precetto opposto.

I Giudici di legittimità chiariscono, invece, l’applicazione alla fattispecie di quanto disposto dall’art. 653 del codice di procedura civile, il quale attribuisce la natura di titolo esecutivo alla sentenza di accoglimento parziale dell’opposizione a decreto ingiuntivo e, non essendo necessari altri accertamenti  di fatto e considerato che nel precetto  era stata fatta menzione della sentenza, decidono nel merito accogliendo il ricorso proposto.

(Barbara Giuffrè – b.giuffre@lascalaw.com)

Print Friendly, PDF & Email

Condividi su

Potrebbe interessarti anche
Controparte perdente rimborsa consulenza vincente

In caso di riunione per continenza di due cause pendenti innanzi al medesimo giudice, le preclusion...

Diritto Processuale Civile

Regolamento di giurisdizione e Pubblica Amministrazione

«In tema di liquidazione del compenso all’avvocato, l’abrogazione del sistema delle tariffe pr...

Diritto Processuale Civile

A volte ritornano: il conflitto di interessi dell’amministratore di società

I fatti traggono origine dall’ordinanza di assegnazione somme resa all’esito dell’azione esec...

Diritto Processuale Civile

X