Mario Valentino vs. Valentino

In consultazione la procedura di valutazione dell’idoneità degli esponenti bancari

In data 20 gennaio 2021, Banca d’Italia ha sottoposto a pubblica consultazione lo schema di Disposizioni della Banca d’Italia in materia di “Procedura di valutazione dell’idoneità degli esponenti di banche, intermediari finanziari, confidi, istituti di moneta elettronica, istituti di pagamento e sistemi di garanzia dei depositanti” (nel seguito, le “Disposizioni”).

Le Disposizioni in consultazione disciplinano, ai sensi del Decreto del Ministro dell’economia e delle finanze del 23 novembre 2020, n. 169 (nel seguito, il “Decreto”) e in attuazione dell’art. 26, comma 6, del decreto legislativo 1° settembre 1993, n. 385 (“Testo Unico Bancario” o “TUB”), gli aspetti procedurali relativi alla valutazione, da parte della Banca d’Italia, dell’idoneità degli esponenti e i connessi necessari adempimenti da parte degli intermediari.

Con l’entrata in vigore del Decreto, infatti, viene attuato l’art. 26 del TUB e vengono disciplinati i requisiti di idoneità applicabili agli esponenti delle banche e degli altri intermediari finanziari. Il Decreto, inoltre, detta all’art. 23, comma 2, disposizioni riguardanti la procedura di valutazione che deve essere seguita dagli intermediari per verificarne il rispetto, stabilendo che “La valutazione da effettuare in occasione della nomina è condotta, di norma, prima che l’esponente o il responsabile di una delle principali funzioni aziendali abbia assunto l’incarico, quando la nomina non spetta all’assemblea; negli altri casi, essa è condotta dopo, in tempo utile per rispettare il termine previsto al comma 7”.

In seguito all’entrata in vigore del Decreto, si è reso, pertanto, necessario rivedere la procedura della Banca d’Italia per la verifica dell’idoneità degli esponenti e raccordarla con quella che deve essere seguita dagli intermediari. L’art. 26, comma 6, del TUB, infatti, prevede che la Banca d’Italia stabilisca modalità e tempi per la valutazione di idoneità degli esponenti e per il rispetto dei limiti al cumulo degli incarichi. Si precisa, altresì, che tale valutazione è effettuata anche sulla base dell’analisi compiuta dagli organi di appartenenza degli esponenti e delle eventuali misure correttive adottate dagli intermediari.

Le Disposizioni poste in consultazione prevedono quindi, in attuazione dell’art. 26 del TUB, i termini e le modalità con cui:

  • la Banca d’Italia svolge le verifiche;
  • le banche e gli altri intermediari, a cui si applica il Decreto, adempiono agli obblighi di comunicazione a favore della stessa Banca d’Italia.

Lo schema è stato elaborato nel rispetto delle previsioni del Decreto e del TUB, tenendo altresì conto:

  • delle procedure di verifica vigenti, in modo da assicurare anche una continuità con le prassi in essere;
  • delle Guidelines EBA/ESMA sulla valutazione di idoneità degli esponenti e del personale che riveste ruoli chiave (cd. “key function holders”) e della Guida della Banca Centrale Europea sulla stessa materia, in modo da assicurare allineamento con gli indirizzi internazionali;
  • delle disposizioni di vigilanza della Banca d’Italia che incidono su profili connessi (come le disposizioni sull’organizzazione e il governo societario delle banche), in modo da assicurare coerenza con il restante quadro normativo;
  • dell’esigenza di contenere gli oneri per gli intermediari, come previsto dallo stesso art. 26 del TUB.

La consultazione si rivolge alle stesse categorie di intermediari disciplinati dal Decreto e, pertanto, a banche, intermediari finanziari, confidi, istituti di pagamento, istituti di moneta elettronica e sistemi di garanzia dei depositanti, nonché a chiunque possa avere interesse a trasmettere osservazioni e commenti sul documento di consultazione e rimarrà aperta fino al 19 febbraio 2021.

Per approfondire il contenuto delle Disposizioni si rinvia al documento pubblicato dalla Banca d’Italia.

Isabella Frisoni – i.frisoni@lascalaw.com

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Print Friendly, PDF & Email

Condividi su

Potrebbe interessarti anche
Chi è onerato della prova non usi gli scalari

Il Governatore di Banca d’Italia, Ignazio Visco, nelle conclusioni finali rese in occasione della...

Vigilanza

Arriva in Gazzetta Ufficiale la Direttiva (UE) sul whistleblowing

Con l’entrata in vigore del decreto del Ministro dell’economia e delle finanze del 23 novembre ...

Vigilanza

Il Manuale Utente delle comunicazioni oggettive

Con un comunicato stampa del 28/04/2021, Banca d’Italia, unitamente alla Consob, ha voluto richiam...

Vigilanza

X