Diritto Processuale Civile

Consentita la revoca della provvisoria esecutorietà del D.I., ma solo alla prima udienza

Tribunale di Avezzano, 22 maggio 2015

E’ quanto recentemente affermato dal Tribunale di Avezzano, il quale, chiamato a statuire in sede di udienza di ammissione dei mezzi istruttori su di un’istanza di revocabilità dell’ordinanza di concessione della provvisoria esecutorietà del decreto ingiuntivo opposto, fornendo un chiaro esempio di applicazione dell’art. 648 c.p.c. ed uniformandosi alla giurisprudenza di legittimità e di merito  intervenuta in materia, ha chiarito che detta decisione deve inevitabilmente intervenire nel corso della prima udienza.

La ragione, spiega il Giudice, risiede nel tenore inequivocabile della norma di riferimento: pertanto, “l’esclusione dell’impugnazione del provvedimento implica necessariamente anche la preclusione alla sua revoca (cfr. Trib. Lamezia Terme, 3.05.2012)”.

Ed ancora, “tale possibilità risulta esclusa dall’art. 177 c.p.c. che prevedendo le situazioni in cui l’ordinanza (per sua struttura tendenzialmente modificabile o revocabile) non possa di contro essere soggetta a tali forme di rivisitazione, non contempla la fattispecie della concessione della provvisoria esecuzione; che, inoltre, la revoca sarebbe egualmente esclusa atteso il carattere marcatamente interinale del provvide mento ex art. 648 c.p.c. destinato quindi ad essere sostituito, se del caso, con la sentenza a definizione del giudizio di opposizione.”

Proseguendo lungo questa direzione, “ La stessa Corte Costituzionale chiamata a prendere posizione sul tema”, continua il Tribunale adito in sede di opposizione, “ha ritenuto la questione non manifestamente fondata.

Ne consegue che, anche per esigenze di certezza dei rapporti giuridici e di parità delle parti processuali, il momento in cui è possibile delibare sull’istanza di concessione della provvisoria esecuzione di cui all’art. 648 c.p.c., così come riformato dal D.L. 69/2013 “c.d. decreto del fare”,  debba essere individuato unicamente nella prima udienza di comparizione delle parti, ferma restando la possibilità di rivisitazione della decisione assunta sulla provvisoria esecuzione laddove, nel prosieguo della lite, dovessero emergere esigenze di ordine pubblico.

18 giugno 2015

Alessandra Palermo – a.palermo@lascalaw.com 

Print Friendly

Condividi su

Potrebbe interessarti anche
A volte ritornano: il conflitto di interessi dell’amministratore di società

L’occasione di riflessione sul tema è scaturita da una sentenza della Corte d’Appello di Genova...

Diritto Processuale Civile

Regolamento di giurisdizione e Pubblica Amministrazione

A seguito dell’istituzione del “domicilio digitale” le notificazioni indirizzate alla parte de...

Diritto Processuale Civile

Con ordinanza interlocutoria, la Cassazione ha disposto la rimessione al Primo Presidente affinché ...

Diritto Processuale Civile

X