Crisi e procedure concorsuali

Concordato fallimentare e falcidia dei creditori privilegiati

App. Milano, 6 ottobre 2011

Massima: “L’art. 124, terzo comma, l.fall., secondo cui la proposta di concordato puo` prevedere che i creditori privilegiati non vengano soddisfatti integralmente purche´ in misura non inferiore a quella realizzabile dalla liquidazione fallimentare, si applica anche ai creditori muniti di privilegio generale.  In caso di attivo fallimentare costituito da crediti litigiosi di realizzo futuro ed incerto, il Tribunale puo` dichiarare ammissibile ai sensi dell’art. 125, terzo comma, l.fall. la proposta di concordato fallimentare che preveda la soddisfazione parziale dei creditori muniti di privilegio generale purche´ in misura non inferiore al valore delle somme ricavabili al momento della chiusura dei contenziosi, tenuto conto anche della loro presumibile durata.” (leggi la sentenza per esteso)

Print Friendly

Condividi su

Potrebbe interessarti anche
Not in my name: il falsus procurator di società di capitali

Quando la società è in stato di liquidazione, sulla base di quali criteri il giudice deve effettua...

Crisi e procedure concorsuali

Ipoteca: tutto è immobile finché l’immobile rimane…immobile

Un’opportunità di chiarezza circa le differenze intercorrenti tra due istituti giuridici: la revo...

Crisi e procedure concorsuali

Accertamento dell’insolvenza: fatti diversi…sentenza diversa!

Una recente pronuncia del Tribunale di Lecco chiarisce nuovamente le condizioni di ammissibilità al...

Crisi e procedure concorsuali

X