Diritto Processuale Civile

Chiarimenti relativi alle modalità di esecuzione delle notifiche degli atti di pignoramento ad una pluralità di terzi

Con la circolare della Direzione Generale del Personale e della Formazione del Dipartimento dell’Organizzazione Giudiziaria, del Personale e dei Servizi del Ministero della Giustizia, del 20/7/2011,  di seguito riportata, in cui sono state fornite alcune direttive  relative a:

1. l’ordine in cui procedere alla notificazione del terzo e del debitore;
2. il momento in cui si concretizza il pignoramento;
3. come procedere, in caso di mancata notifica al terzo, ai fini della notifica al debitore.

è stata altresì affrontata la questione relativa alla notifica dell’atto di pignoramento presso terzi  “ in ipotesi di pluralità di terzi di cui soltanto uno o alcuni aventi sede, residenza o dimora nell’ambito del circondario ove ha competenza territoriale”  l’Ufficiale Giudiziario cui è stata richiesta l’esecuzione del pignoramento.

In proposito, il Ministero, preso atto che sono attualmente in essere due diverse prassi:

1. notificare per posta l’atto di pignoramento ai terzi aventi sede al di fuori del circondario di competenza dell’ufficio presso cui è stato depositato l’atto di pignoramento;
2. notificare unicamente al terzo avente sede nel circondario del suddetto ufficio, rifiutando la notifica a mezzo posta per gli altri terzi,


ha dichiarato l’inapplicabilità della notifica al terzo a mezzo posta, per le motivazioni meglio precisate nella circolare.


Tale questione potrebbe presentarsi concretamente nell’ipotesi in cui venga citato, sia il datore di lavoro del debitore, sia l’ente previdenziale competente, ove tali soggetti abbiano sede nei circondari di due diversi Tribunali.

Ove  tale indirizzo verrà seguito da tutti gli Uffici Giudiziari, al creditore pignorante non resterà che redigere due distinti atti di pignoramento avanti ai rispettivi Tribunali competenti.

(Sabrina Savazzi – s.savazzi@lascalaw.com)

 


 

Print Friendly

Condividi su

Potrebbe interessarti anche
Appello, quando il primo grado assorbe le domande

Nel processo ordinario di cognizione, le parti del giudizio di appello, nel rispetto dei principi de...

Diritto Processuale Civile

Aspetta e spera e la “Pinto” non si avvera

Il problema della ragionevole durata del processo si è manifestato principalmente grazie agli impul...

Diritto Processuale Civile

Gli effetti del pignoramento non svaniscono con il fallimento

Con l’ordinanza in commento, la Corte di Cassazione ha affrontato il tema del riconoscimento del d...

Diritto Processuale Civile