European Banking Authority: servizi finanziari a distanza e tutela del consumatore

Cessione del quinto: altro stop all’applicabilità della Sentenza Lexitor

Il dibattito giurisprudenziale accesosi a seguito dell’ormai nota sentenza c.d. “Lexitor” si arricchisce di un ulteriore intervento favorevole alla tesi che esclude l’efficacia diretta della Direttiva 2008/48/CE nel nostro ordinamento e la conseguente applicabilità dell’interpretazione che la precitata pronuncia ha fornito dell’art. 125 sexies Testo Unico Bancario. Tale intervento è stato reso dal Giudice di Pace di Torre Annunziata con una recentissima sentenza che ha respinto le domande proposte contro un Istituto Finanziatore le cui difese sono state affidante al nostro Studio.

Nel caso specifico, il Consumatore, in seguito all’estinzione anticipata di un finanziamento rimborsabile mediante cessione del quinto dello stipendio, citava in giudizio l’Istituto di credito chiedendo la restituzione di tutti i costi posti a suo carico, con espresso richiamo all’immediata applicabilità della Sentenza della Corte di Giustizia Europea del 11/09/2019 (c.d. Lexitor).

Il Giudice, investito della vicenda, ha dapprima evidenziato il contrasto tra la normativa interna e la decisione del giudice europeo, in quanto “la sentenza trova applicazione solo se nell’ordinamento nazionale la normativa UE ha efficacia diretta, in tal caso può condurre alla disapplicazione del diritto nazionale che non sia ad essa conforme”. Tale contrasto trae origine dalla circostanza che “le direttive europee, ai sensi dell’art. 288 n. 3 T.F.U.E., a differenza dei regolamenti, non sono direttamente applicabili negli stati membri, dunque per essere applicate esigono il recepimento nell’ordinamento nazionale attraverso un provvedimento legislativo interno. Al riguardo lo Stato italiano non risulta aver recepito la predetta direttiva europea, ragione per cui l’interpretazione del giudice europeo non trova applicazione nel caso in esame, in quanto contrastante con la normativa nazionale innanzi richiamata.

Attesa la mancata attuazione della direttiva, prosegue la sentenza, “un privato non può far valere il proprio diritto nei confronti di un altro privato su una direttiva europea, neanche dinanzi ad un giudice nazionale. Il consumatore può, tutt’al più, invocare dinanzi alla Corte di Giustizia Europea l’inadempimento dello Stato a recepire la direttiva, facendolo valere come autonomo diritto risarcitorio”. Ne consegue che può ritenersi tuttora lecita ed operante la distinzione tra oneri up-front ed oneri recurring, con esclusiva limitazione del rimborso solo a quest’ultimi.

La sentenza in commento sostanzialmente dà seguito a quell’interpretazione dell’art. 125 sexies Testo Unico Bancario unanimemente adottata da giurisprudenza, dottrina e Banca d’Italia prima dell’intervento della CGUE. Interpretazione che parte della recente giurisprudenza ha abbandonato, forse troppo repentinamente, conformandosi al mero dato letterale espresso nella sentenza Lexitor.

Non rimane per ora che auspicare, da un lato, che le attuali oscillazioni giurisprudenziali possano trovare un punto di equilibrio in tempi brevi, dall’altro lato, che il nostro legislatore ritenga di intervenire nelle forme più opportune al fine di tutelare gli interessi contrapposti.

Se ciò non avverrà, è facile prevedere che il massiccio contezioso, che già occupa le aule di giustizia, proseguirà ancora per lungo tempo.

Consulta l’infografica

Giudice di pace di Torre Annunziata, 24 maggio 2021, n. 2297

Marco Tafuro – m.tafuro@lascalaw.com

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Print Friendly, PDF & Email

Condividi su

Potrebbe interessarti anche
Comunione legale, finché pignoramento non ci separi

In un procedimento di opposizione a decreto ingiuntivo seguito dal nostro studio, i consumatori, co...

Credito Al Consumo

European Banking Authority: servizi finanziari a distanza e tutela del consumatore

Il testo del nuovo articolo 125 sexies TUB passa anche in Senato, che nella seduta del 22 luglio 20...

Credito Al Consumo

La sentenza Lexitor non sposta i termini della decisione

Certe Disposizioni di Trasparenza e di Vigilanza della Banca d'Italia “non finiscono, fanno dei g...

Credito Al Consumo

X