Diritto Processuale Civile

Cancellazione di iscrizione ipotecaria mediante provvedimento cautelare ex articolo 700 c.p.c..

Tribunale di Bari 7 febbraio 2013

Massima: “Deve ritenersi ammissibile un provvedimento cautelare ai sensi dell’articolo 700 c.p.c. al fine di ottenere la cancellazione di una iscrizione ipotecaria manifestamente illegittima perché eseguita in assenza dei presupposti previsti dalla legge. A tale conclusione è possibile pervenire in considerazione della attitudine alla stabilità dei provvedimenti emessi in via cautelare che siano idonei ad anticipare gli effetti della sentenza di merito.(leggi la sentenza per esteso)

L’art. 2884 c.c. statuisce che le ipoteche possono essere cancellate dal conservatore solo a fronte di un ordine contenuto in una sentenza passata in giudicato o in un altro provvedimento definitivo dell’autorità giudiziaria.

Ciononostante, nel caso sottoposto al suo esame, il Tribunale di Bari ha ritenuto ammissibile il ricorso cautelare proposto, volto ad ottenere la cancellazione di un’ipoteca palesemente illegittima, dichiarando che l’assenza dei presupposti per l’iscrizione rafforzava la prognosi di definitività del provvedimento cautelare (che, come noto, è idoneo ad anticipare gli effetti della sentenza di merito).

(Simona Daminelli – s.daminelli@lascalaw.com)


Print Friendly

Condividi su

Potrebbe interessarti anche
Regolamento di giurisdizione e Pubblica Amministrazione

Con sentenza depositata in data 16 settembre 2020, il Tribunale di Foggia si è pronunciato in merit...

Diritto Processuale Civile

Il deposito cauzionale equivale a consegna materiale

La procura rilasciata al difensore per il giudizio di cognizione deve essere intesa come volta non s...

Diritto Processuale Civile

La rivincita del promissario acquirente

L’art. 182, comma 2, c.p.c., nella formulazione introdotta dall’art. 46, comma 2, Legge n. 69/20...

Diritto Processuale Civile

X