Omessa dichiarazione: per la punibilità del prestanome è necessario che questi persegua il dolo specifico

Bilancio viziato: limite della compromettibilità in arbitri

Non è compromettibile in arbitri la controversia che attiene l’impugnativa della delibera di approvazione del bilancio che abbia ad oggetto i vizi del bilancio stesso, del quale si contestano la veridicità, la completezza e la chiarezza.

Le norme volte a garantire i principi di verità, chiarezza e precisione del bilancio non solo sono imperative, ma trascendono l’interesse del singolo ed attengono, pertanto, a diritti indisponibili, in quanto dettate, oltre che a tutela dell’interesse di ciascun socio ad essere informato dell’andamento della gestione societaria al termine di ogni esercizio, anche dell’affidamento di tutti coloro che entrano in rapporto con la società, i quali hanno diritto a conoscere la situazione patrimoniale e finanziaria della stessa.

Proprio per tali ragioni, la violazione di tali norme determina una reazione dell’ordinamento a prescindere dalla condotta delle parti e rende illecita e, quindi, nulla, la delibera di approvazione.

Il Tribunale di Palermo ha ribadito l’orientamento sia della giurisprudenza di legittimità che di merito nella sentenza n. 2670 del 23 giugno 2021 affermando che “Il limite alla compromettibilità in arbitri è dato dalla indisponibilità dei diritti in discussione. Se quindi oggetto dell’impugnativa è la delibera di approvazione del bilancio, sia per difetto di idonea informativa, sia per vizi del bilancio stesso, del quale si contestano la veridicità, la completezza e la chiarezza, la controversia non è suscettibile di rimessione alla decisione arbitrale” e precisando, altresì, che la delibera viziata può essere sostituita, anche nel corso del procedimento di impugnazione, da altra delibera valida ed efficace, dunque adottata nel rispetto di quanto previsto dalla legge e dallo statuto.

Trib. Palermo, 23 giugno 2021, n. 2670

Maria Giulia Furlanetto – m.furlanetto@lascalaw.com

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Print Friendly, PDF & Email

Condividi su

Potrebbe interessarti anche
Omessa dichiarazione: per la punibilità del prestanome è necessario che questi persegua il dolo specifico

La libertà di stabilimento degli enti e, in particolare, delle società di capitali dotate di pers...

Corporate

L’interesse è concreto. Se non ripeti, che interesse c’è?

L’abuso del diritto di voto da parte del socio di maggioranza che determina l’annullabilità de...

Corporate

Collegio Sindacale: non indugiare, agisci!

Non è configurabile un abuso della maggioranza nel caso in cui - a fronte di perdite emerse dall...

Corporate

X