Nuove regole per l’accesso alla Centrale Rischi in consultazione

Bankitalia pubblica il nuovo regolamento sui procedimenti amministrativi

È stato pubblicato nella Gazzetta Ufficiale n. 189 del 9 agosto 2021 (S.O. n. 29) il Regolamento recante l’individuazione dei termini e delle unità organizzative responsabili dei procedimenti amministrativi e delle fasi procedimentali di competenza della Banca d’Italia e della Unità di informazione finanziaria per l’Italia, ai sensi degli artt. 2 e 4 della legge n. 241/1990.

La nuova disciplina, che all’art. 21 abroga il Regolamento dell’Ufficio italiano dei cambi del 17 agosto 2006 nonché i Provvedimenti della Banca d’Italia del 25 giugno 2008 e s.m.i., del 22 giugno 2010 e s.m.i., del 5 marzo 2013, riordina, aggiorna e semplifica la normativa sull’attività procedimentale della Banca.

La disciplina di carattere transitorio (art. 20) prevede l’applicazione del Regolamento esclusivamente ai procedimenti amministrativi avviati dopo la sua entrata in vigore. Quanto, invece, a quelli pendenti alla data di entrata in vigore continueranno a essere applicate le disposizioni dei regolamenti della Banca d’Italia adottati con provvedimento del 25 giugno 2008 e con provvedimento del 22 giugno 2010 e successive modificazioni e integrazioni.

Il Regolamento in materia di procedimenti amministrativi della Banca d’Italia e della UIF individua, in appositi elenchi, i procedimenti e le fasi procedimentali, il termine di conclusione, la fonte normativa, l’unità organizzativa responsabile dell’istruttoria e degli altri adempimenti procedimentali e l’eventuale conferimento, da parte del Direttorio, della delega per l’adozione del provvedimento.

Gli elenchi suddetti sono dieci. Nello specifico, riguardano i procedimenti relativi alle funzioni di vigilanza bancaria e finanziaria (Elenco n. 1a); le procedure comuni alla banca d’Italia e alla Banca centrale europea (Elenco n. 1b); i procedimenti relativi alla funzione di gestione delle crisi e risoluzione (Elenco n. 2); i procedimenti relativi alla funzione di supervisione sui mercati e sui sistemi di pagamento (Elenco n. 3); i procedimenti relativi alle funzioni di circolazione monetaria, segnalazioni statistiche, trasparenza bancaria (Elenco n. 4); i procedimenti relativi alle attività di carattere strumentale (Elenco n. 6); i procedimenti relativi alle funzioni di contrasto del riciclaggio e del finanziamento del terrorismo (Elenco n. 7).

Più in particolare, poi, per i procedimenti relativi alle funzioni di vigilanza bancaria e finanziaria, di risoluzione e gestione delle crisi e di supervisione sui mercati sono inoltre specificati i destinatari dei procedimenti e delle fasi procedimentali.

Il Regolamento, infine, dedica specifiche previsioni ai procedimenti relativi alle funzioni istituzionali e, in particolare, all’integrazione nell’SSM e nell’SRM.

Andrea Monesiglio – a.monesiglio@lascalaw.com

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Print Friendly, PDF & Email

Condividi su

Potrebbe interessarti anche
Not in my name: il falsus procurator di società di capitali

La recentissima nota del 20 settembre u.s. (rinvenibile al seguente link ) dà notizia attraverso u...

Vigilanza

Nuove regole per l’accesso alla Centrale Rischi in consultazione

Bankitalia, con il comunicato stampa dell’8 settembre, rende noti i principali risultati rilevati...

Vigilanza

Il Manuale Utente delle comunicazioni oggettive

Oramai l’e-commerce ha in molti frangenti sostituito il commercio presso i negozi fisici, nella m...

Vigilanza

X