Autoriciclaggio: è reato istantaneo e non può avere natura di reato di durata

Bancarotta fraudolenta documentale, la differenza è data dal dolo specifico

La differenza fondamentale tra due ipotesi di bancarotta fraudolenta documentale è costituita dalla necessità che nella prima sussista il dolo specifico del procurare a sé o ad altri un ingiusto profitto o di recare pregiudizio ai creditori, non richiesto per la fattispecie successiva che, nonostante sia prevista la locuzione “in guisa da”, richiede il solo dolo generico costituito da modalità di tenuta tali da rendere impossibile ricostruire il patrimonio della società o il movimento degli affari.

La Corte d’Appello territoriale emetteva sentenza di conferma della condanna espressa dal giudice di prime cure nei confronti del ricorrente per i reati di bancarotta fraudolenta patrimoniale e documentale, commessi nella sua qualità di amministratore della società fallita, avverso la quale proponeva ricorso l’imputato deducendo, tra i motivi di doglianza, erronea applicazione della legge processuale e vizi della motivazione in merito all’affermazione di responsabilità per i reati contestati, lamentando come la Corte territoriale abbia desunto la sussistenza dell’elemento soggettivo dei due reati esclusivamente dalla prova della materialità delle condotte contestate, imputategli nella sua qualità di amministratore solo formale della fallita, a mero titolo di omesso impedimento dell’azione illecita dell’amministratore di fatto. Con particolare riguardo alla fattispecie di bancarotta documentale difetterebbe poi la motivazione sul dolo specifico richiesto per la configurabilità del reato, atteso che oggetto di contestazione è l’omessa tenuta della contabilità per anni antecedenti al fallimento in cui la società era rimasta inoperativa.

Il Supremo Collegio ha ritenuto fondata tale doglianza e, pertanto, meritevole di accoglimento con conseguente annullamento dell’impugnata sentenza ed ulteriore rinvio ad altra sezione della Corte territoriale, posto che la contestazione formulata riguarda tutte e due le fattispecie di bancarotta fraudolenta documentale disciplinate dall’art. 216 comma 1° n. 2 Legge Fallimentare, ma, dalla disamina della sentenza oggetto di ricorso, non si comprende da dove sia stato ricavato l’apodittico assunto che quella di fraudolenta tenuta delle scritture contabili (“in guisa da”) riguardi anche il segmento temporale in cui l’imputato è stato in carica, mentre pacificamente la fattispecie contestata per gli anni successivi in cui la società è rimasta non operativa è quella di sottrazione, distruzione o falsificazione delle medesime, senza che, però, vi sia traccia di motivazione sulla sussistenza del dolo specifico necessario per ritenere fondata tale fattispecie. Analogamente la consapevolezza delle distrazioni da parte del ricorrente viene solo presunta, ma senza che venga indicata una base fattuale in grado di giustificare tale sillogismo, posta la riconosciuta natura meramente formale della carica ricoperta dall’imputato. Soprattutto non viene precisato se l’attività di depauperamento sociale fosse ancora in atto quando il ricorrente ha assunto tale carica, visto che la sentenza fa riferimento esclusivamente a condotte consumate negli anni precedenti, né chiarisce se le distrazioni registrate in un determinato anno siano avvenute nei primi mesi di quell’anno, quando, per l’appunto, l’imputato ancora non era stato nominato amministratore, ovvero anche in seguito.

Cass., Sez. V Penale, 16 luglio 2019, n. 33533

Fabrizio Manganiello – f.manganiello@lascalaw.com

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Ascolta il nostro podcast IusPod – tutto il diritto che conta a questo link.

Print Friendly

Condividi su

Potrebbe interessarti anche
Autoriciclaggio: è reato istantaneo e non può avere natura di reato di durata

Mutuando dai principi relativi alla fattispecie del riciclaggio, la Corte di Cassazione arriva a sos...

Penale Commerciale

Autoriciclaggio: è reato istantaneo e non può avere natura di reato di durata

La condotta punibile a titolo di autoriciclaggio richiede la concreta attitudine ad impedire la iden...

Penale Commerciale

Autoriciclaggio: è reato istantaneo e non può avere natura di reato di durata

Il pagamento dei fornitori avvenuto per contanti costituisce ostacolo in ordine alla dimostrabilità...

Penale Commerciale

X