Diritto dell'Esecuzione Forzata

Atto di precetto: l’omessa allegazione della procura generale alle liti non ne determina l’illegittimità

Tribunale di Napoli, 1 settembre 2014, n. 12051 

Con la pronuncia in commento il Tribunale di Napoli ha rigettato l’opposizione promossa dal debitore avverso l’atto di precetto notificatogli dalla banca creditrice, escludendo che l’omessa allegazione della procura alle liti, lamentata dall’opponente, possa comportare l’illegittimità del precetto notificato.

A supporto della propria decisione il Giudice di merito ha, da un lato, rilevato come tale adempimento non sia richiesto da alcuna norma di legge e, dall’altro, ha ribadito come all’atto in oggetto, in quanto prodromico e preliminare all’esecuzione, debba essere riconosciuta natura sostanziale e non processuale essendo privo del contenuto della domanda giudiziale.

Sul punto, la sentenza in esame richiama, infatti, un principio pacificamente riconosciuto dalla giurisprudenza di legittimità secondo il quale il precetto, pur rientrando tra gli atti di parte il cui contenuto e la cui sottoscrizione sono regolati dall’art. 125 c.p.c. non costituisce atto introduttivo di un giudizio, bensì atto preliminare stragiudiziale che può essere validamente sottoscritto dalla parte oppure da un suo procuratore ad negotia.

Alla luce di tale principio ne discende, quindi, che, in caso di sottoscrizione del precetto da parte di altro soggetto in rappresentanza del titolare del diritto risultante sul titolo esecutivo, tale rappresentanza risulta sempre di carattere sostanziale, anche se conferita a persona avente la qualità di avvocato, restando irrilevante il difetto di procura sull’originale o sulla copia notificata (si veda, ex plurimis, Cass 8213/12).

Alla luce di tali rilievi, quindi, il magistrato investito della pronuncia in commento, ha concluso per il rigetto dell’opposizione proposta.

13 ottobre 2014

Laura Pelucchi – l.pelucchi@lascalaw.com

Print Friendly

Condividi su

Potrebbe interessarti anche
A volte ritornano: il conflitto di interessi dell’amministratore di società

L’ordinanza del Tribunale di Santa Maria Capua Vetere in commento, ottenuta dallo Studio nell’am...

Diritto dell'Esecuzione Forzata

L’inerzia dell’aggiudicatario paga!

Con la sentenza in commento, il Giudice dell’esecuzione del Tribunale di Chieti, chiamato a decide...

Diritto dell'Esecuzione Forzata

Attento a come quereli, il falso va provato!

Il Tribunale di Milano ha respinto l’istanza del creditore ipotecario (in questo caso cessionario ...

Diritto dell'Esecuzione Forzata

X