Diritto dell'Esecuzione Forzata

Appello contro la revocatoria dal fondo patrimoniale di famiglia: la casa dell’imprenditore non è pignorabile

Trib. Reggio Emilia, 6 settembre 2012

Il Tribunale di Reggio Emilia di data 6 settembre 2012 statuisce che la sentenza di primo grado avente natura costitutiva o dichiarativa è pienamente esecutiva solo con riferimento alla condanna alle spese di lite, mentre gli effetti costitutivi e dichiarativi diventano esecutivi solo con il passaggio in giudicato.

Ciò emerge dal dato testuale degli artt. 2908-2909 c.c. che devono ritenersi norme speciali rispetto alla previsione generale dell’art. 282 c.p.c. ed è confermato alla Suprema Corte (cfr. Cass. S.U. n. 4059/2010 e Cass. Civ. n. 27090/2011)

Pertanto, nel caso di specie, la sentenza contro la distrazione degli immobili da parte dell’imprenditore nel fondo patrimoniale di famiglia qualora appellata non è esecutiva: in tale momento, il bene pignorato non risulta in alcun modo riferibile al patrimonio del debitore.

 (Federica Martini – f.martini@lascalaw.com)

Print Friendly

Condividi su

Potrebbe interessarti anche
A volte ritornano: il conflitto di interessi dell’amministratore di società

A distanza di due anni dalla sua inaugurazione, è possibile tracciare un primo bilancio sullo stato...

Diritto dell'Esecuzione Forzata

L’inerzia dell’aggiudicatario paga!

Il Tribunale di Verona ha espresso il principio secondo cui l’art. 632, comma 2, c.p.c. trova appl...

Diritto dell'Esecuzione Forzata

Il deposito cauzionale equivale a consegna materiale

“Il Giudice deve tenere in considerazione, in seguito alla richiesta di riduzione del pignoramento...

Diritto dell'Esecuzione Forzata

X