A volte ritornano: il conflitto di interessi dell’amministratore di società

Ancora in tema di onere della prova…

La sentenza in commento rappresenta un ulteriore arresto della giurisprudenza in tema di onere probatorio.

Lo scenario giudiziale offerto dalla recente sentenza, emessa dal Tribunale di Lanciano, vede coinvolti la società correntista ed il proprio istituto di credito, in un giudizio di opposizione a decreto ingiuntivo, nel quale parte opponente chiede la ripetizione di somme illegittimamente addebitategli a titolo di anatocismo, interessi usurari, commissioni di massimo scoperto e valute e parte opposta, oltre a contestare gli assunti avversari, dispiega domanda riconvenzionale.

Prendendo le mosse da uno dei corollari del diritto, il Tribunale ha affermato che “il correntista che agisce per la ripetizione di somme indebitamente versate alla banca ha l’onere di allegare e provare i fatti costitutivi della sua pretesa mediante la produzione del contratto di conto corrente e degli estratti conto relativi all’intero rapporto contrattuale”.

Prosegue il Tribunale sostenendo che tale carenza probatoria non potrà essere colmata mediante l’ordine di esibizione ex art. 210 c.p.c., “posto il diritto del correntista, ex art. 119 T.U.B. di ottenere dall’istituto bancario, a proprie spese, la consegna di copia della documentazione relativa a ciascuna operazione registrata sull’estratto conto nell’ultimo decennio”.

La questione sottoposta al vaglio del Tribunale viene, pertanto, decisa in senso favorevole all’istituto di credito – che ha visto confermato il decreto ingiuntivo – sulla scorta delle ragioni di diritto suesposte.

Trib. Lanciano, 30 maggio 2016 (leggi la sentenza)

Maria Grazia Sclapari – m.sclapari@lascalaw.com

Print Friendly

Condividi su

Potrebbe interessarti anche
Chi è onerato della prova non usi gli scalari

Il Tribunale di Torino, nella pronuncia in commento, ha affrontato un tema recentemente posto all’...

Contratti Bancari

Il gioco delle parti nella verifica dei crediti

L’asserita violazione dei dettami di trasparenza riconnessi ad una presunta distorsione dell’Ind...

Contratti Bancari

Indeterminatezza del tasso, il contratto è comunque salvo

“Ai fini della segnalazione a sofferenza la nozione di insolvenza che si ricava dalle Istruzioni e...

Contratti Bancari

X