Contratti Bancari

Anche la semplice sigla del funzionario integra il requisito della forma scritta per i contratti bancari

Trib. Reggio Emilia, 14 maggio 2013 (leggi la sentenza per esteso)

Il Tribunale di Reggio Emilia, uniformandosi all’orientamento della Suprema Corte e dichiarando espressamente di non condividere la diversa ricostruzione offerta in materia da altra giurisprudenza di merito, ha affermato che la firma del funzionario di banca, apposta in calce ad un contratto, è idonea ad integrare la forma scritta richiesta ad substantiam per la stipula del contratto stesso.
Infatti, osserva il Giudice, detta firma, non potendo avere potere certificativo della sottoscrizione del cliente, deve essere intesa quale espressione della volontà negoziale dell’istituto di credito. Nel caso di specie, tale decisione ha trovato conferma nel fatto che, da un lato, l’efficacia del negozio giuridico non era subordinata all’approvazione di altro organo della banca e, dall’altro lato, le parti hanno dato concreta esecuzione al contratto.

Il Tribunale aggiunge poi che, prescindendo da quanto precede, la più recente giurisprudenza non ritiene neppure necessaria la presenza della firma del funzionario di banca sul negozioo stipulato con il cliente, essendo sufficiente che il contratto sia stato predisposto dalla banca, consegnato al cliente e da questi firmato: tali elementi, infatti, dimostrano che la volontà negoziale dell’istituto di credito è già stata espressa nel documento dal medesimo redatto. A ciò si aggiunga che, prosegue il Giudice, la forma scritta può essere integrata dalla semplice sottoscrizione di un contraente per accettazione delle dichiarazioni provenienti dall’altro e che l’incontroversa esecuzione del rapporto, anche tramite l’invio periodico degli estratti conto, manifestando la volontà della banca di avvalersi della scrittura privata, equivale alla sottoscrizione.

(Simona Daminelli – s.daminelli@lascalaw.com)

Print Friendly

Condividi su

Potrebbe interessarti anche
Chi è onerato della prova non usi gli scalari

Il ricorrente si era visto negare un finanziamento necessario all’acquisto di un immobile per via ...

Contratti Bancari

Indeterminatezza del tasso, il contratto è comunque salvo

La spedizione per posta ordinaria di un assegno, ancorché munito di clausola di intrasferibilità, ...

Contratti Bancari

Chi è onerato della prova non usi gli scalari

“In materia di cessione dei crediti in blocco, eseguita tramite cartolarizzazione, deve escludersi...

Contratti Bancari

X