Antiriciclaggio

Accordo tra l’unità di informazione finanziaria della Santa Sede e della Città del Vaticano e l’unità di informazione finanziaria per l’Italia

Il 26 luglio 2013 è stato sottoscritto un Protocollo di intesa  tra l’Autorità di informazione Finanziaria della Santa Sede e dello Stato della Città del Vaticano (AIF) e l’Unità di informazione Finanziaria per l’Italia (UIF) al fine di garantire una intensa collaborazione tra le due autorità per la prevenzione e il contrasto del riciclaggio e del finanziamento del terrorismo. Le due Autorità si impegneranno allo scambio di ampie e complete informazioni per lo svolgimento dei rispettivi compiti di analisi finanziaria di operazioni sospette. A tal fine, ciacsuna Autorità fornirà le notizie disponibili o aquisibili attraverso l’esercizio dei propri poteri.

La sottoscrizione del Protocollo costituisce un requisito necessario, in base alla legislazione antiriciclaggio dello Stato della Città del vaticano, per consentire all’AIF di prestare la necessaria collaborazione.

La normativa vaticana che, in linea con gli standard internazionali, ha sancito l’indipendenza della AIF nella stoscrizione di protocolli d’intesa ha favorito l’ammissione dell’AIF nel Gruppo Egmont e, insieme alla disponibilità alla concreta collaborazione, ha posto le basi per la sottoscrizione del Protocollo con l’UIF.

La sottoscrizione del Protocollo costituisce un requisito necessario, in base alla legislazione antiriciclaggio dello Stato della Città del Vaticano, per consentire all’AIF di prestare la necessaria collaborazione. La normativa vaticana che, in linea con gli standard internazionali, ha sancito l’indipendenza della AIF nella sottoscrizione di protocolli d’intesa ha favorito l’ammissione dell’AIF nel Gruppo Egmont e, insieme alla disponibilità alla concreta collaborazione, ha posto le basi per la sottoscrizione del Protocollo con l’UIF.

Le Autorità si impegnano a tenersi reciprocamente informate circa le modifiche dei rispettivi sistemi normativi, del proprio assetto istituzionale o organizzativo, del contesto operativo e di qualsiasi altro aspetto e/o circostanza suscettibile di riflettersi sul concreto svolgimento della collaborazione e sulla corretta applicazione del Protocollo.

(Ornella Carleo – o.carleo@lascalaw.com)

Print Friendly

Condividi su

Potrebbe interessarti anche
La sentenza Lexitor non sposta i termini della decisione

Il 19 marzo 2021, il Financial Action Task Force - Gruppo d’azione finanziaria (“FATF-GAFI”) h...

Antiriciclaggio

Arriva in Gazzetta Ufficiale la Direttiva (UE) sul whistleblowing

È stata pubblicata la Newsletter n. 3 del 2021, con la quale l’Unità di informazione finanziaria...

Antiriciclaggio

Il Manuale Utente delle comunicazioni oggettive

Il Financial Action Task Force - Gruppo d’azione finanziaria (c.d. “FATF-GAFI”), organismo int...

Antiriciclaggio

X