Il Manuale Utente delle comunicazioni oggettive

BCE pubblica la guida alla verifica dei requisiti di professionalità e onorabilità

In data 15 maggio u.s., la Banca centrale europea (“BCE”) ha pubblicato la guida alla verifica dei requisiti di professionalità e onorabilità.

La guida spiega le modalità attraverso le quali la Vigilanza bancaria della BCE assicura la coerenza nell’applicazione dei criteri in materia di verifiche dei requisiti di professionalità e onorabilità, nell’intento di stabilire prassi comuni di vigilanza per la valutazione dell’esperienza, delle competenze e dell’adeguata levatura degli esponenti aziendali nominati all’interno degli organi di amministrazione di una banca, ad esempio in qualità di amministratori delegati o componenti non esecutivi.

La suddetta guida è altresì volta ad accrescere la trasparenza dei criteri di valutazione, delle prassi e dei processi di vigilanza in uso presso la Vigilanza bancaria della BCE.

Il documento viene reso noto a conclusione di un processo di consultazione pubblica, in esito al quale sono stati, tra l’altro, forniti i) ulteriori chiarimenti sull’esperienza e sulla disponibilità di tempo richieste agli esponenti, nonché ii) maggiori dettagli sui potenziali conflitti di interesse.

Assicurare la qualità dell’alta dirigenza è fondamentale per la stabilità delle banche e dell’intero sistema bancario. Sebbene la realizzazione di tale condizione sia di primaria responsabilità degli stessi intermediari, tuttavia, è compito della Vigilanza bancaria della BCE verificare che le banche rispettino le norme finalizzate alla salvaguardia della buona governance, compresi i requisiti di idoneità per gli esponenti aziendali.

La pubblicazione della guida aiuterà le banche a conformarsi alle politiche definite dalla Vigilanza bancaria della BCE e a meglio comprendere le sue procedure di valutazione.

Nel condurre le verifiche dei requisiti di professionalità e onorabilità la Vigilanza bancaria della BCE applica il pertinente diritto dell’Unione europea e la legislazione nazionale di recepimento dei 19 paesi dell’area dell’euro.

Nelle ipotesi in cui il diritto dell’UE lasci discrezionalità agli Stati membri nel determinare le modalità di recepimento, possono chiaramente permanere alcune differenze a livello nazionale. Pertanto, pur nel rispetto di tali differenze, la guida si propone di armonizzare le prassi di vigilanza adottate ai fini delle verifiche dei requisiti di professionalità e onorabilità.

Nella fase di stesura della guida e durante il processo di consultazione la BCE ha operato in stretto raccordo con l’Autorità bancaria europea (“ABE”).

Il testo è in linea con il progetto di orientamenti sulla valutazione dell’idoneità dei componenti dell’organo di amministrazione e del personale che riveste ruoli chiave predisposto dall’Autorità europea degli strumenti finanziari e dei mercati (European Securities and Markets Authority, l’“ESMA”) e dall’ABE e sottoposto da quest’ultima a consultazione pubblica.

Eventuali modifiche a tali orientamenti a seguito della consultazione potrebbero portare a cambiamenti nelle politiche, nelle prassi e nei processi della Vigilanza bancaria della BCE e determinare pertanto la revisione della guida della BCE.

La guida è concepita come uno strumento pratico che sarà regolarmente aggiornato per tenere conto dei nuovi sviluppi e delle esperienze acquisite sul campo.

Luca Bettinelli l.bettinelli@lascalaw.com

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Print Friendly

Condividi su

Potrebbe interessarti anche
Il Manuale Utente delle comunicazioni oggettive

La Banca d’Italia ha pubblicato in Gazzetta Ufficiale (n. 84 dell’8 aprile 2021) il provvediment...

Vigilanza

Mario Valentino vs. Valentino

Si segnala che è presente sul sito della Banca d’Italia la piattaforma “Servizi online”, che ...

Vigilanza

Nuove regole per l’accesso alla Centrale Rischi in consultazione

Banca d’Italia, con provvedimento del 16 febbraio 2021 (il “Provvedimento”), ha emanato il sec...

Vigilanza

X