Regolamento di giurisdizione e Pubblica Amministrazione

Deposito telematico: irrilevante il successivo rifiuto della cancelleria

L’accettazione di un atto da parte della cancelleria non concorre a integrare la fattispecie del deposito, ma riguarda il puro e semplice inserimento dell’atto nel fascicolo digitale. Non si ammettono anomalie che, bloccando l’inserimento nel fascicolo, possano comportare un effetto retroattivo idoneo a travolgere il deposito.

Così ha deciso il Tribunale di Torino con ordinanza depositata il 10 febbraio 2017.

Il caso di specie verteva sulla richiesta di rimessione in termini per il deposito dei documenti precedentemente rifiutato dalla cancelleria per “un errore inatteso durante la verifica della firma” in via telematica.

La cancelleria, infatti, aveva rifiutato il deposito degli atti.

Il Tribunale evidenzia, invece, che il deposito con modalità telematiche «si ha per avvenuto al momento in cui viene generata la ricevuta di avvenuta consegna da parte del gestore di posta elettronica certificata del Ministero della giustizia». In particolare, l’accettazione o meno dell’atto da parte della cancelleria riguarda, per l’appunto, il mero inserimento dell’atto nel fascicolo digitale e di per sé non è idonea ad integrare la fattispecie del deposito. Non si possono, infatti, ammettere anomalie che arrestino l’inserimento nel fascicolo sortendo l’effetto di travolgere retroattivamente il deposito.

Il Giudice di merito, in applicazione dei suddetti principi, ha ritenuto che i documenti in questione siano stati tempestivamente depositati, come dimostrato dalla relativa ricevuta di avvenuta consegna, non avendo alcuna rilevanza il successivo rifiuto della cancelleria.

Pertanto, il Tribunale, attesa la tempestività del deposito dei documenti in esame, ha dichiarato tempestivamente depositati i documenti della convenuta.

Trib. Torino, I Sezione Civile, 10 febbraio 2017 (leggi la sentenza)

Marco Sambucco – m.sambucco@lascalaw.com

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Print Friendly

Condividi su

Potrebbe interessarti anche
A volte ritornano: il conflitto di interessi dell’amministratore di società

L’occasione di riflessione sul tema è scaturita da una sentenza della Corte d’Appello di Genova...

Diritto Processuale Civile

Regolamento di giurisdizione e Pubblica Amministrazione

A seguito dell’istituzione del “domicilio digitale” le notificazioni indirizzate alla parte de...

Diritto Processuale Civile

Con ordinanza interlocutoria, la Cassazione ha disposto la rimessione al Primo Presidente affinché ...

Diritto Processuale Civile

X